Lypémanie: presentazione di una nuova forma di depressione

Non vuoi niente o ti senti congelato nella tua vita? Potresti soffrire di lypémanie.

Lypémanie è una malattia psichiatrica molto antica, descritta nel XIX secolo da Esquirol e aggiornata dal cantante Marc Lavoine, che afferma di aver ereditato questo disturbo da sua madre. Al di là delle idee nere che la caratterizzano, questa malattia cronica può essere un vero handicap per tutta la vita.

Qual'è la differenza tra Lypemania e depressione?

Soffrire di lypémanie significa avere una perdita di motivazione così importante che ci si sente congelati, in attesa di qualcosa o di un segno che riempirà la profonda sensazione di solitudine.

Lypémanie è una malattia cronica caratterizzata da: un'ossessione per le sue idee nere; una paura di tutto; una suscettibilità esacerbata; la sensazione di essere sulla pelle, senza fermarsi irritato per nulla e l'impressione di non arrivarci. Questo disturbo molto vecchio ha molti punti in comune con la depressione. Al minimo fallimento, una persona Lypémane immagina che tutto sia perduto e si rifiuta di accettare la gioia o la felicità.

È davvero un disturbo ereditario?

Come afferma giustamente Marc Lavoine, Lypémanie sarebbe ereditaria, secondo Esquirol. Nascere con un carattere cupo e crescere con un'educazione alla tristezza può rafforzare i sintomi.

Cosa fare se si soffre di lypémanie?

La psichiatria moderna chiama questo antico disturbo come una forma di depressione cronica. Uno psichiatra può quindi fare la diagnosi e offrire psicoterapia e trattamento antidepressivo se necessario. Secondo Esquirol, l'esposizione al sole o l'attività fisica sarebbero utili nel ridurre i sintomi della linfa-manie.