Child Abuse Day: come aiutarli?

Rompere il silenzio degli abusi e agire rapidamente aiuta i bambini a ricostruire dopo il trauma.

Troppi bambini sono ancora vittime di violenza, abuso o violenza sessuale. La "Giornata internazionale delle vittime di aggressioni di bambini innocenti" di questo lunedì 4 giugno ci ricorda che tutti i bambini devono essere protetti in ogni circostanza.

Riconosci la parola del bambino

Molti dei bambini che sono stati aggrediti o maltrattati non ne parlano immediatamente. La paura, la vergogna, la colpa o la confusione che seguono questo evento traumatico impediscono loro di verbalizzare e capire cosa è successo.

Che si tratti di tracce fisiche o segni psicologici di sofferenza (astinenza, tristezza, deterioramento dei risultati scolastici, disturbi del sonno ...), l'entourage deve essere attento a questi indizi per aiutare il bambino a rilasciare la sua parola .

Aiutalo chiedendo al proibito

Quando un bambino rivela abusi o aggressioni sessuali a un adulto, ripone in lui una fragile fiducia che è importante rispettare.

Non appena il bambino offre la propria fiducia, l'adulto deve mantenere una risposta emotiva naturale senza minimizzare o rifiutare di credere a ciò che è accaduto. Diverse frasi chiave possono aiutarla a impegnarsi con sicurezza e sicurezza: "Ti credo"; "Quello che ha fatto è proibito dalla legge"; "Non è colpa tua"; "Sei molto coraggioso parlare".

Cosa fare quando un bambino rivela atti di abuso o aggressività?

Ogni bambino a rischio deve essere protetto dalla famiglia o da un professionista della protezione dei minori (educatore, insegnante, infermiere, assistente sociale ...). Al fine di non perdere tempo e aiutare le indagini, la legge impone a chiunque sia a conoscenza di fatti di maltrattamenti o violenza di avvisare quanto prima la polizia o la gendarmeria.

Perché oggi?

Fu nel 1982, a seguito di numerosi conflitti in Medio Oriente, che le Nazioni Unite decisero di commemorare la protezione dei bambini ogni anno in ogni circostanza. Lo scopo di questa giornata è quello di poter denunciare la sofferenza subita dai bambini vittime di violenza fisica, psicologica o emotiva in tutto il mondo.

Quali sono gli attacchi denunciati dalle Nazioni Unite?

La legge di guerra proibisce di prendere di mira i civili. Eppure ancora troppe scuole o ospedali sono presi di mira dagli attacchi. I bambini sono le prime vittime di questi conflitti armati in cui vengono spesso utilizzati, reclutati o detenuti. Sei violazioni frequenti sono denunciate dalle Nazioni Unite: violenza sessuale, rapimento, blocco dell'accesso umanitario, distruzione di scuole e ospedali, massacri e reclutamento forzato.

I bambini sono più fragili, manipolabili e indifesi. Devono essere protetti dai rischi di negligenza e malevolenza. Con questo giorno di azione, le Nazioni Unite ricordano che durante i conflitti armati spetta agli Stati e alle autorità pubbliche garantire la sicurezza dei più vulnerabili. Tuttavia, tutti possono agire sostenendo le associazioni di protezione dell'infanzia che sono sul campo per aiutare i loro figli a crescere in questo difficile ambiente.

Video: Jehovah's Witnesses and Child Abuse - Is there a problem? (Ottobre 2019).