Intolleranza al glutine: un medicinale per proteggere dal consumo accidentale

Le persone intolleranti al glutine lo ingeriscono senza accorgersene, anche quando seguono una dieta restrittiva. I ricercatori finlandesi hanno appena sviluppato un farmaco che combatte gli effetti di questo consumo accidentale.

È impossibile mangiare senza glutine al 100%. I ricercatori hanno dimostrato in uno studio pubblicato il mese scorso. Hanno scoperto che in media gli intolleranti consumano tra i 150 e i 400 milligrammi di glutine al giorno a loro insaputa. Ciò può prolungare i sintomi della celiachia e persino peggiorarli.

Ricercatori finlandesi dell'Università di Tampere stanno sperimentando un trattamento per desensibilizzare gli intolleranti al glutine. Agirebbe solo se ingerito accidentalmente come parte di una dieta priva di glutine. I risultati saranno presentati durante la Digestive Disease Week (DDW), che si svolgerà dal 2 al 5 giugno a Washington, DC, USA.

La gliadina nel glutine è responsabile della malattia. Quando una persona intollerante al glutine lo consuma, provoca reazioni infiammatorie della parete intestinale. Il paziente celiaco digerisce meno bene e può essere, a lungo termine, affetto da carenze nutrizionali, anemia o nei casi più gravi di cancro digestivo.

L'efficacia dell'anticorpo AMG 714

I ricercatori hanno studiato gli effetti dell'AMG 714, un anticorpo noto per influenzare l'interleuchina 15, una proteina intollerante al glutine. I partecipanti allo studio hanno ricevuto sei iniezioni di questo farmaco per dodici settimane ea due livelli di dosaggio: 150 e 300 mg. Alcuni di loro hanno ricevuto inoltre una dose di 2,5 grammi di glutine al giorno per dieci settimane.

Per tutti, l'infiammazione intestinale e i disturbi intestinali sono diminuiti alla fine del periodo di prova. Per i pazienti a cui è stata somministrata una dose eccessiva di glutine, il farmaco non ha impedito totalmente la comparsa di lesioni della mucosa intestinale. Gli scienziati hanno scoperto che il farmaco è più efficace se somministrato in una dose di 300 mg. Non sono stati identificati effetti collaterali fastidiosi, tuttavia alcuni partecipanti hanno manifestato dolore durante iniezioni, mal di testa o infezioni delle vie respiratorie superiori.

Le origini della malattia sono ancora poco comprese

L'intolleranza al glutine colpisce circa l'1% della popolazione francese. Per il momento, la scienza fa fatica a capire l'origine esatta della malattia. I fattori genetici lo spiegano in parte. Secondo l'assicurazione sanitaria, il 95% delle persone con la malattia porta uno o due geni che predispongono alla malattia. Anche le donne sono più preoccupate: in media per un uomo affetto, ci sono tre donne malate.

Video: I sintomi dell'intolleranza al glutine (Ottobre 2019).