Suicidio dei caregiver: un medico si suicida ogni giorno negli Stati Uniti

Negli Stati Uniti, i medici sono la professione più colpita dal suicidio. Lo rivela un nuovo studio, i cui risultati sono stati presentati questa settimana durante l'incontro annuale dell'American Psychiatric Association.

In media, un medico si suicida ogni giorno negli Stati Uniti. Questa statistica inquietante proviene da un nuovo studio presentato all'incontro annuale del 2018 dell'American Psychiatric Association. Il lavoro - che non è stato ancora pubblicato - si concentra sul numero di suicidi tra i professionisti della salute negli Stati Uniti, un lavoro in cui il tasso di suicidi rimane il più alto.

Gli scienziati hanno condotto una meta-analisi di studi pubblicati nell'ultimo decennio per determinare se fossero in grado di capire perché i tassi fossero così alti, nonché per misurare l'efficacia degli interventi per ridurre il numero di suicidi in ospedale. Hanno scoperto che tra gli Stati Uniti, tra i 28 ei 40 medici ogni 100.000 muoiono per suicidio, che in termini lordi rappresenta tra i 300 ei 400 suicidi all'anno.
I ricercatori sono stati sorpresi di scoprire che i tassi di suicidio dei medici erano persino più elevati rispetto ai militari, che è comunque considerato uno dei lavori più stressanti. Al contrario, il tasso di suicidio annuale adeguato all'età tra tutti gli americani è stato di 13,42 decessi per 100.000 abitanti nel 2016.

La paura di essere stigmatizzati porta al suicidio

Per capire perché il numero di suicidi è così elevato tra i medici, gli autori dello studio hanno analizzato vari fattori. Secondo loro, una delle principali cause di questo flagello è la paura dello stigma legato alla diagnosi dei disturbi mentali.

La loro ricerca ha dimostrato che molti medici soffrono di depressione o malattia mentale non trattate o esternalizzate, in quanto sono particolarmente riluttanti a cercare aiuto.

Secondo i ricercatori, avere conoscenza e accesso a sostanze mortali nel loro lavoro quotidiano può anche spiegare il più alto tasso di mortalità in questa occupazione.

Verso un intervento più efficace e precedente

Numerosi interventi sono stati tentati di ridurre il numero di suicidi, come i programmi sanitari offerti dagli ospedali. Ma ad oggi, nessuno di loro sembra aver funzionato, notano i ricercatori.

"Per ridurre il numero di medici che si suicidano, dobbiamo affrontare la paura dello stigma e di altri fattori di rischio conducendo ulteriori ricerche volte a interventi più efficaci e precedenti", hanno affermato gli autori. studio.

Un quarto dei caregiver francesi aveva già pensieri suicidi

In Francia, anche la situazione dei medici è preoccupante. Un recente sondaggio della Health Care Professionals Association (SPS) ha rilevato che un quarto dei caregiver ha avuto idee suicidarie direttamente correlate alla propria carriera.
La metà dei 700 professionisti della salute intervistati (medici, farmacisti, infermieri, operatori sanitari, impiegati come liberali), oltre il 40% di loro afferma di conoscere un collega che ha fatto un tentativo di suicidio. In media, ogni operatore sanitario riporta quasi 2,5 tentativi nel suo entourage, metà dei quali ha provocato la morte.

Video: Our dangerous obsession with perfectionism is getting worse. Thomas Curran (Dicembre 2019).