Mortalità: i chirurghi lavorano meglio con l'età

Più vecchi sono i chirurghi, migliori saranno i loro risultati operativi, secondo un nuovo studio statunitense. I migliori artisti hanno 60 anni e oltre.

La paura di vedere la capacità dei chirurghi di diminuire con l'età è irrilevante. Secondo un nuovo studio pubblicato nel British Medical Journalquesti dottori diventerebbero ancora meglio con l'età.

Tasso di mortalità operativa

I ricercatori hanno analizzato la storia medica di 892.187 pazienti, operati da 45.826 chirurghi. Hanno considerato il loro "tasso di mortalità operativa", ovvero il rischio di morte durante l'operazione e fino a 30 giorni dopo l'operazione. Di conseguenza, il tasso di mortalità operativa per i pazienti chirurghi di età inferiore ai 40 anni era del 6,6%, mentre era del 6,3% per i chirurghi di età pari o superiore a 60 anni (6,5% per chirurghi dai 40 ai 49 anni e il 6,4% per i chirurghi dai 50 ai 59 anni).
Le chirurghe di cinquantenni sono associate al più basso tasso di mortalità operativa nello studio. A parte questo, i ricercatori non hanno riscontrato differenze tra le statistiche operative dei chirurghi maschi e quelle delle chirurghe donne. Allo stesso modo, un altro studio condotto in Canada ha appena dimostrato che i pazienti trattati da chirurghi femminili avevano un tasso di mortalità leggermente inferiore alla media.

Il 47% dei medici francesi ha 55 anni o più

Lo studio si basava su un campione di americani limitato ai beneficiari Medicare che hanno subito un intervento chirurgico importante tra il 2011 e il 2014. I pazienti avevano un'età compresa tra 65 e 99 anni.
In Francia, il 47% dei medici ha 55 anni o più (rispetto al 18% dei dirigenti e professioni intellettuali superiori) e il 30% ha 60 anni o più, secondo un nuovo studio del Drees (Direction de ricerca, studi, valutazione e statistiche).
L'età media dei medici francesi (51 anni) è alta perché le generazioni ormai vicine alla pensione provengono dal significativo numero degli anni '70 (vicino ai livelli attuali, circa 8.000), mentre le generazioni seguenti hanno vissuto numero inferiore (inferiore a 4.000 negli anni '90).