Inquinamento: la vicinanza di una strada ad alto traffico provoca asma nei bambini

Secondo un nuovo studio, i bambini che vivono vicino a strade trafficate hanno tre volte più probabilità di avere l'asma rispetto ai loro coetanei. I neonati e le ragazze sono i più vulnerabili.

Ogni anno, l'inquinamento atmosferico è responsabile di 5,5 milioni dei 9 milioni di decessi causati dall'inquinamento, rendendolo la principale causa di mortalità per inquinamento nel mondo.

Numerosi studi hanno già messo in evidenza gli effetti deleteri dell'inquinamento e del traffico automobilistico sulla salute respiratoria, in particolare quella dei bambini, con percentuali di asma e allergie da polline che aumentano del 20-30%. Questo nuovo lavoro, pubblicato in occasione della Giornata mondiale dell'asma nel campo di Journal of Allergy and Clinical Immunology, non rischiare genitori rassicuranti. Condotto da ricercatori del Beth Israel Deaconess Medical Center (BIDMC) e della Harvard TH Chan School of Public Health, evidenzia l'impatto dell'inquinamento atmosferico legato all'automobile sull'ambiente. asma infantile.

Particelle fini e carbone nero

"La nostra ricerca precedente ha dimostrato che vivere vicino a una strada principale e l'esposizione permanente agli inquinanti atmosferici sono associati a una funzione polmonare inferiore nei bambini dai sette ai dieci anni", afferma la dott.ssa Mary B. Rice, preside autore dello studio e medico polmonare al BIDMC. "Le nostre pensioni secondo cui queste esposizioni sarebbero anche associate all'asma infantile".

Per scoprirlo, il Dr. Rice e i suoi colleghi hanno analizzato i dati di 1.552 bambini nati nell'area di Boston tra il 1999 e il 2002 le cui madri si erano iscritte a uno studio a lungo termine chiamato Progetto Viva, istituito per esaminare come le donne I fattori comportamentali e ambientali (sonno, abitudini alimentari, esposizione all'inquinamento) hanno un impatto sulla salute dei bambini. Come parte del Progetto Viva, le madri hanno fornito informazioni mediche, socio-economiche e demografiche complete, compresi gli indirizzi di residenza.

I ricercatori hanno quindi proceduto allo studio di numerosi dati. In primo luogo, hanno determinato la distanza dall'indirizzo di casa di ciascun bambino alla strada principale più vicina. Hanno anche collegato gli indirizzi di casa ai dati del censimento e ai dati atmosferici dai satelliti per calcolare l'esposizione giornaliera di ogni bambino a particelle fini (PM), particelle minuscole (meno di 2,5 micrometri di diametro) sospeso nell'aria che, quando inalato, si deposita sugli alveoli dei polmoni.

Infine, gli scienziati hanno infine esaminato l'esposizione giornaliera dei bambini alla fuliggine, un componente di particelle fini noto anche come carbonio nero. Cancerogeno noto, il carbonio nero proviene in particolare da carburanti non completamente bruciati ed espulsi dai motori (in particolare i motori diesel) e dalle centrali elettriche.

Asma tre volte più nei bambini che vivono vicino a una strada trafficata

I risultati evidenziati dai ricercatori sono chiari: la vicinanza di una strada ad alto traffico provoca asma nei bambini, qualunque sia la loro età.

"I bambini che vivono a meno di 100 metri da una strada principale avevano quasi tre volte più asma tra i 7 e i 10 anni, rispetto ai bambini che vivono a più di 400 metri da una strada trafficata", afferma il dott. Rice. "Anche nell'area di Boston, dove i livelli di inquinamento sono relativamente bassi e in linea con gli standard dell'Agenzia per la protezione ambientale, gli inquinanti legati al traffico sembrano aumentare il rischio di asma durante l'infanzia."

Ragazze, particolarmente sensibili all'inquinamento atmosferico

I ricercatori hanno scoperto che non tutti i bambini sono uguali nel rischio di sviluppare l'asma: le ragazze dai 7 ai 10 anni sono particolarmente vulnerabili all'inquinamento dovuto all'esposizione a lungo termine a particelle fini e carbonio nero così come i bambini piccoli (tra 3 e 5 anni).

"I bambini piccoli trascorrono più del loro tempo a casa rispetto ai bambini in età scolare, e le loro vie aeree sono più piccole e possono avere maggiori probabilità di fischiare in risposta all'inquinamento", afferma il medico. "Questo potrebbe spiegare perché l'esposizione all'inquinamento è spesso correlata all'asma nei bambini piccoli, ma saranno necessari ulteriori lavori per determinare" se le ragazze sono più sensibili all'inquinamento rispetto ai ragazzi ".

Video: "Dalla parte del Mare" di Francesco Malingri - Kilimangiaro 01072018 (Febbraio 2020).