Nuova lamentela nel caso Levothyrox, il corpo umano pronto all'immersione e una nuova contraccezione maschile: le novità del giorno

L'attrice Mylène Demongeot ha in programma di presentare una denuncia contro la nuova formula di Levothyrox, uno studio mostra che il corpo umano si adatta geneticamente alle immersioni in acque profonde e alla scoperta di una nuova contraccezione maschile: ecco le tre novità del giorno.

Levothyrox: l'attrice Mylène Demongeot presenterà un reclamo contro la nuova formula del farmaco "sapere"

L'attrice Mylène Demongeot, nota per i suoi ruoli in I tre moschettieri o Fantomas, si erge contro il Levotiro. Affermare di essere una vittima dieffetti collaterali, l'artista 82enne ha deciso di presentare un reclamo contro la nuova formula del farmaco. "Soffro di Hashimoto (una malattia della tiroide, ndr), ho preso Levothyrox da quindici anni, senza alcun problema, ma in autunno sono passato alla nuova formula, ho iniziato ad avere mal di testa, vertigini, palpitazioni ", dice. Attribuendo questi sintomi all'età, Mylène Demongeot alla fine scoprì facendo esami, che derivavano dall'assunzione del farmaco. "Il mio TSH (l'ormone che stimola la tiroide, Ed) è sempre stato bilanciato: qui a 3,97, un valore normale, e sotto una nuova formula, 13,20! Enorme. Ho iniziato a farmi prendere dal panico. Per saperne di più, clicca qui.

È dimostrato, il corpo umano si adatta geneticamente alle immersioni in acque profonde

Esiste un legame tra la dimensione della milza e la capacità di immergersi. Ciò è dimostrato da uno studio condotto in relazione al popolo Bajau, chiamato anche "nomadi del mare" e pubblicato sulla rivista Cell. Questi nativi, che vivono in Indonesia, hanno milze naturalmente più grandi, che consentono loro di immergersi a profondità più profonde. Il popolo Bajau è un popolo di pescatori che per più di mille anni ha viaggiato in mare nel sud-est asiatico. I "nomadi del mare" si nutrono principalmente di immersioni con lance. Maggiori informazioni, cliccando qui.

Il nuovo metodo contraccettivo blocca lo sperma senza cambiare gli ormoni

Un passo avanti verso l'uguaglianza di genere. Un nuovo studio pubblicato sulla rivista Plos One ha appena dimostrato che una pillola contraccettiva maschile senza effetti collaterali era ora efficace, almeno sui macachi maschi. I ricercatori riferiscono che un composto chiamato EP055 ha rallentato la mobilità complessiva degli spermatozoi senza influire sugli ormoni testati. "In parole semplici, il composto EP055 impedisce al nuoto di spermatozoi, il che limita in modo significativo la capacità di fertilizzazione, afferma Michael O'Rand, professore in pensione di fisiologia e biologia cellulare, anche autore principale dello studio, rende EP055 un composto ideale per raggiungere la contraccezione maschile non ormonale ", aggiunge. Per saperne di più, clicca qui.