Carenza di vitamina D associata al rischio di diabete

Uno studio, condotto da ricercatori statunitensi e sudcoreani, suggerisce che le persone con carenza di vitamina D hanno maggiori probabilità di avere il diabete. Più in generale, la carenza di vitamina D è collegata a tutte le malattie autoimmuni.

La vitamina D è un elemento essenziale per combattere le malattie. Agisce sulle ossa e previene l'osteoporosi, attiva il sistema immunitario e previene qualsiasi tipo di infezione (raffreddore, influenza o infezione orale). Inoltre, alcuni studi ritengono che potrebbe aiutare a combattere il cancro.

Chiamato anche vitamina del sole, La vitamina D è l'unica che il nostro organismo produce da solo, a livello della nostra pelle, mentre gli altri ci vengono portati dal cibo. Un nuovo studio, condotto da ricercatori statunitensi e sudcoreani, suggerisce che le persone con carenza di vitamina D hanno maggiori probabilità di sviluppare il diabete. I risultati sono pubblicati sulla rivista PLOS one.

Rischi moltiplicati per 5

I ricercatori hanno seguito 903 adulti sani per 12 anni (tra il 1997 e il 2009). Tutte queste persone inizialmente non avevano il diabete o il pre-diabete (il livello di zucchero nel sangue è alto, ma non abbastanza per essere considerato diabete).

Nel corso degli anni, gli scienziati hanno diagnosticato 47 nuovi casi di diabete e 337 nuovi casi di pre-diabete.

I ricercatori hanno scoperto che i partecipanti con un livello di vitamina D superiore a 30 nanogrammi per millilitro avevano un terzo rischio di diabete. Per quelli con un livello di vitamina D maggiore di 50 nanogrammi per millilitro, il rischio era di un quinto.

Al contrario, le persone con carenza di vitamina D (un tasso inferiore a 30 ng / mg) avevano una probabilità fino a cinque volte maggiore di sviluppare il diabete.

Il ruolo della vitamina D nelle malattie autoimmuni

Per diversi anni, gli studi si sono moltiplicati sui benefici della vitamina D e sulle conseguenze negative in caso di carenza. Ha un ruolo nella prevenzione di malattie autoimmuni come la sclerosi multipla, l'artrite reumatoide, l'eczema atopico, la malattia di Crohn o l'AIDS. In breve, tutto ciò che riguarda il nostro sistema immunitario.

Al contrario, in caso di carenza di vitamina D, i rischi aumentano. Inoltre, semplicemente avere un normale livello di vitamina D ridurrebbe la mortalità per malattie cardiovascolari.

Sappi che in caso di carenza, puoi aumentare la tua vitamina D con determinati alimenti, come salmone, sardine sott'olio, tonno o uova. Altrimenti, goditi il ​​sole con l'avvicinarsi dell'estate.

Video: Importanza della vitamina D (Aprile 2020).