L'epidemia di influenza ha ucciso 13.000 persone in Francia questo inverno

Public Health France ha annunciato mercoledì che l'epidemia di influenza invernale si è conclusa a metà aprile nella Francia metropolitana, con un bilancio di 13.000 morti oltre all'influenza. Ma è meno dell'anno precedente.

L'epidemia di influenza descritta come "eccezionale" dal Ministero della Salute si è conclusa a metà aprile, causando un surplus di mortalità di 13.000 mortiha annunciato mercoledì Public Health France. Meno di 14.400 morti identificato nell'inverno 2016-2017. Sono stati osservati due picchi di mortalità: la prima settimana del 2018 e quella dal 5 all'11 marzo. "Le regioni più colpite da questa mortalità in eccesso sono la Corsica e l'Occitania (+ 14%), l'Hauts-de-France e la Normandia (+ 12%)", ha osservato Public Health France.

Mortalità in eccesso oltre i 65 anni

Mentre il 93% delle persone decedute per influenza aveva 65 anni o più, il virus colpiva anche i bambini e gli adolescenti. Quest'anno, è stato particolarmente virulento con bambini di età inferiore ai 15 anni: 130 bambini di età compresa tra 0 e 4 anni sono stati ricoverati in terapia intensiva, così come 48 giovani di età compresa tra 5 e 14 anni. 482 persone (o bambini) ricoverate in terapia intensiva sono decedute per influenza.

Eccesso di mortalità nelle persone non vaccinate

Risultati preliminari dello studio sull'efficacia del vaccino in città, secondo la rete Sentinel basata sui dati dei 15e settimana del 2018, indicare a efficacia del vaccino 54% nelle persone di età pari o superiore a 65 anni, tutti i virus dell'influenza sono stati combinati. È stimato al 75% contro il virus pdm09 A (H1N1) e al 54% contro i virus di tipo B / Yamagata.

Tra i casi di influenza grave ammessi alla terapia intensiva, la maggior parte dei pazienti presenta fattori di rischio (81%) e il 55% di essi non è vaccinato tra quelli il cui stato di immunizzazione è disponibile (42%). Era un virus A nel 60% dei casi.

Situazione oltre al mare

"Nessuna attività influenzale" è stata recentemente rilevata a St. Martin e l'epidemia è terminata Guadeloupe e santo-Bartholomew, assicura la sanità pubblica in Francia. Anche l'epidemia è finita Guyana. Durò 13 settimane, da fine dicembre a fine marzo, con quasi 8000 visite ambulatoriali. Sono stati ammessi 3 casi gravi in ​​terapia intensiva, incluso un decesso. L'epidemia è finita anche al incontro e dentro Mayotte. "In Martinique, l'attività influenzale ha continuato a diminuire nella settimana 14, ma è rimasta supportata dai medici di medicina generale.

Come si diffonde l'influenza?

Un nuovo studio condotto all'inizio di gennaio mostra che il virus è aerosol nell'aria che un paziente espira, specialmente all'inizio della malattia. Non c'è bisogno di tossire, soffiarsi il naso o starnutire per diffonderlo. "Abbiamo scoperto che le persone infette dall'influenza contaminano l'aria circostante con il virus semplicemente respirando, senza tossire o starnutire."riassume il Dr. Milton, autore principale dello studio. "Le persone con influenza producono aerosol infettivi anche quando non tossiscono, specialmente durante i primi giorni di malattia".

Misure preventive, inclusa la vaccinazione

I risultati dello studio suggeriscono che insistere sulla pulizia, lavarsi le mani regolarmente ed evitare di tossire le persone non fornisce una protezione completa contro l'influenza. Limitare i malati a casa all'inizio della malattia e fuori dagli spazi pubblici, combatterebbe meglio la diffusione del virus dell'influenza.

Potrebbero essere apportati miglioramenti ai sistemi di ventilazione, ad esempio per ridurre il rischio di trasmissione negli uffici, nelle aule e nella metropolitana, ad esempio. Nel frattempo, i ricercatori insistono per rimanere a casa. La vaccinazione rimane il modo migliore di prevenzione. Sebbene non protegga sempre dall'influenza, la maggior parte dell'influenza grave si verifica nelle persone non vaccinate.

Vaccinazione in farmacia

Dall'ottobre 2017, 1300 farmacie della Nuova Aquitania e dell'Alvernia-Rodano-Alpi sono autorizzate a vaccinare contro l'influenza a determinate condizioni. Per l'inverno 2016-2017, meno di uno su due francesi (46%) è stato vaccinato. Copertura insufficiente per proteggere le persone più vulnerabili. Testimone il triste bilancio di 13.000 morti. Il ministro della salute Agnès Buzyn aveva annunciato di voler "generalizzare dal 2019", la vaccinazione contro questa malattia in farmacia.

Tra ottobre 2017 e la fine di gennaio 2018, 155.944 persone sono state vaccinate contro l'influenza nelle farmacie, quattro volte di più rispetto all'obiettivo originale, secondo la Union of Community Pharmacists (USPO). Se per il momento si tratta di un esperimento di tre anni, i rappresentanti delle farmacie hanno già chiesto "l'allargamento del numero di regioni sperimentali".

I farmacisti interessati alla sperimentazione hanno dovuto seguire una formazione di un giorno, al fine di essere informati sui dettagli normativi, in particolare sulle condizioni materiali di accoglienza dei pazienti, che saranno ricevuti in una stanza chiusa, isolata dal farmacia. Solo i pazienti già immunizzati in passato possono essere vaccinati in farmacia.