Disturbi dell'attenzione: un disturbo della comunicazione tra due regioni cerebrali

Un nuovo studio rivela che i disturbi da deficit di attenzione potrebbero derivare da una carenza di coordinazione cerebrale.

Un disturbo della comunicazione tra due regioni del cervello, l'ippocampo e la corteccia prefrontale, è ciò che sarebbe implicato in diversi disturbi neurologici come depressione grave, schizofrenia, disturbo bipolare e disturbi da deficit di attenzione.

Ricercatori americani hanno scoperto che una discrepanza tra due regioni del cervello potrebbe essere la causa di disturbi da deficit di attenzione, schizofrenia, disturbo bipolare e depressione grave. I loro risultati sono stati pubblicati sulla rivista Neuron il 5 aprile 2017.

Il gene ErbB4

Le persone con deficit di attenzione hanno grandi difficoltà a concentrarsi e spesso agiscono in modo compulsivo. Un nuovo studio suggerisce che questi sintomi possono essere dovuti a disfunzione cerebrale, causata dal gene ErbB4 la cui espressione è implicata nella comunicazione di diverse regioni cerebrali.

Questo gene è già noto per essere un fattore di rischio per i disturbi psichiatrici e la deregolamentazione dei livelli di neurotrasmettitori nel cervello. Utilizzando un modello murino, i ricercatori hanno dimostrato che il meccanismo di attenzione verso il basso (tipo di attenzione focalizzata sugli obiettivi e sulla concentrazione) è compromesso nelle persone con disturbo da deficit di attenzione con iperattività.

Deficit di attenzione

Secondo i ricercatori, l'attenzione verso il basso non è controllata solo dalla corteccia prefrontale (associata al processo decisionale), ma anche dall'ippocampo (regione responsabile della nostra memoria). La sincronizzazione di queste due strutture cerebrali consente di raggiungere un alto livello di attenzione. D'altra parte, quando il coordinamento di queste due strutture è alterato, osserviamo fenomeni di perdita di attenzione significativa.

I ricercatori sono stati in grado di stabilire che la sincronizzazione tra l'ippocampo e la corteccia prefrontale è positivamente correlata al livello discendente di attenzione ed è regolata dal gene ErbB4. Questa scoperta potrebbe portare a una migliore comprensione di malattie come la schizofrenia e la depressione grave, entrambe correlate, tra l'altro, a un'alterazione del gene ErbB4.