Cancro al cervello: una vecchia medicina offre una nuova alternativa allo schwannoma

Il mifepristone, un farmaco usato per indurre l'aborto negli Stati Uniti, può essere un'alternativa terapeutica per la gestione di alcuni tumori cerebrali, gli schwannomi vestibolari, per i quali esistono poche opzioni terapeutiche.

I ricercatori mostrano in un nuovo studio che il mifepristone, un farmaco che è stato usato per molto tempo per causare aborti precoci negli Stati Uniti e in Europa, è un potenziale trattamento per alcuni tumori cerebrali comuni e difficili da trattare: gli schwannomi vestibolari.

I loro risultati sono stati pubblicati su Scientific Reports il 3 aprile 2018.

Schwannoma vestibolare

Gli Schwannomi sono tumori che di solito si verificano in un contesto di neurofibromatosi di tipo 2, una malattia genetica e più raramente sporadicamente. Istologicamente, questi tumori non sono maligni, ma sono pericolosi quando crescono a causa della loro posizione alla base del cranio sotto il cervello.

Derivati ​​dalle cellule della guaina di Schwann del nervo vestibolare, il nervo dell'equilibrio, questi tumori possono svilupparsi al punto da danneggiare il nervo vestibolare e causare vertigini, ma anche strutture vicine con un rischio di paralisi nervosa viso, perdita dell'udito o persino morte se il loro sviluppo comprime il tronco cerebrale.

Attualmente, questo è il 4esimo tumore intracranico più comune. Gli unici trattamenti possibili sono limitati alla resezione chirurgica e alla radioterapia. Tuttavia, queste due procedure espongono i pazienti a rischi significativi a causa della difficoltà di accesso al tumore, come la paralisi facciale o la perdita dell'udito.

Una soluzione derivante dallo screening del computer

Al fine di trovare un'alternativa a questi trattamenti invasivi, i ricercatori hanno condotto uno screening al computer di diversi database di farmaci. Ciò consiste nello stabilire, usando un algoritmo, un punteggio corrispondente tra farmaci noti e geni espressi in una patologia per la quale non esistono farmaci.

Hanno identificato otto farmaci potenzialmente in grado di rallentare o arrestare la crescita di schwannomi vestibolari, incluso il mifepristone. Secondo i ricercatori, il mifepristone potrebbe ridurre o addirittura eliminare la necessità di interventi chirurgici e radioterapia.

Che cos'è mifepristone?

Mifepristone è un antagonista del recettore del progesterone e glucocorticoidi usati come farmaco per indurre aborti prima del 63 ° giorno di amenorrea.

Questa molecola è nota per il suo effetto antiproliferativo sulle cellule tumorali cervicali, mammarie, endometriali, ovariche e prostatiche. Inoltre, è una molecola che attraversa la barriera tra sangue e cervello (barriera emato-encefalica). Questo è il motivo per cui i ricercatori hanno ritenuto che questo trattamento fosse il miglior candidato farmacologico.

In effetti, hanno scoperto nel loro studio che questa molecola ha ridotto dell'80% la proliferazione delle cellule tumorali. È stata osservata una risposta dose-dipendente, insieme a una "drammatica" riduzione della proliferazione cellulare. Inoltre, il mifepristone riduce la vitalità delle cellule tumorali senza influire sulle cellule sane e induce pochissimi effetti avversi (lieve affaticamento, rossore, nausea, eruzione cutanea).

I ricercatori concludono che il mifepristone ha un potenziale terapeutico significativo e spera di iniziare presto uno studio clinico di fase II.

Video: Il mio medico - Tumore al polmone: una nuova cura (Dicembre 2019).