Cannabis: le multe saranno di 300 euro, per il bene più grande del cervello

Il ministro della giustizia Nicole Belloubet ha annunciato che i consumatori di cannabis catturati nell'atto saranno multati di 300 euro.

"Il disegno di legge sulla riforma del procedimento penale che presenterò nei prossimi mesi dovrebbe prevedere una multa fissa di 300 l'euro può essere pronunciato direttamente da un agente di polizia o da un gendarmecontro un grande utente dopo un controllo di identità ", ha detto il ministro della giustizia Nicole Belloubet all'Assemblea Martedì 3 aprile, a conferma della volontà del governo di istituire un sistema di ammenda forfettaria per l'uso di cannabis e più ampiamente narcotici.

Sanzioni

Proponendo di sanzionare 300 euro qualsiasi consumatore di cannabis catturato nell'atto, il ministro della giustizia mira a non sostituire ma rafforzare l'efficacia delle sanzioni, che prevedono già che un tossicodipendente rischia un anno di reclusione e una multa di 3.750 € (legge del 1970). Dei 14.000 arresti per uso di droga ogni anno, nel 2015 sono state emesse solo 3.098 condanne, tra cui 1.283 fattorie.

La custodia dei Sigilli va oltre le raccomandazioni del rapporto parlamentare degli eurodeputati Eric Poulliat (LREM) e Robin Reda (LR), che raccomandavano una multa compresa tra 150 e 200 euro. I minori, soggetti a un regime giuridico specifico, non sono interessati da questa proposta di legge.

Cervello

Diversi studi hanno recentemente dimostrato che la cannabis è pericolosa per la salute, specialmente per il cervello. Ricerche pubblicate nel British Journal of Pharmacology indica che il consumo di cannabis sintetica provoca Disturbi comportamentali e di attenzione, anche se le dosi del cannabinoide sintetico sono inferiori rispetto all'uso corrente.

I risultati pubblicati sulla rivista JAMA Psychiatry indicano che l'uso di cannabis influisce su due aree del cervello (precuneus, la regione del cervello coinvolta nella vigilanza e consapevolezza di sé, e l'ippocampo, che si riferisce alla memorizzazione e all'apprendimento), aumentando il rischio di depressione e può portare alla schizofrenia.

Sebbene il consumo di cannabis sia in calo dagli anni 2000, i francesi rimangono i maggiori consumatori di cannabis in Europa all'età di 16 anni.