Più rischio di suicidio in pazienti con cancro del tratto urinario

Il tasso di suicidi è più elevato tra le persone con cancro rispetto alle persone sane. Nei pazienti con carcinoma urologico, questo tasso è addirittura cinque volte superiore.

I pazienti con cancro hanno il 55% in più di probabilità di suicidarsi rispetto alle persone sane. Questa è la conclusione di una ricerca condotta presso l'ospedale Lapeyronie di Montpellier nel 2017.

Un nuovo studio sullo stesso argomento mostra che questo rischio è maggiore nelle persone con cancro urologico (prostata, rene, vescica, testicolo, pene). Lo studio è stato condotto dall'Associazione europea di urologia e presentato al suo congresso.

Altri suicidi

Le persone con cancro hanno in media tre volte più probabilità di suicidarsi rispetto a una persona sana. Per i pazienti con carcinoma urologico, il rischio è 5 volte superiore. Lo studio è stato condotto nel Regno Unito tra il 2001 e il 2011. I sondaggi sono stati condotti tra la popolazione.

Gli scienziati hanno scoperto che il numero di morti effettive, i casi in cui la persona muore, è più alto nelle persone con cancro. Per le persone sane, ci sono in media 25 tentativi di suicidio per un suicidio efficace, nelle persone con cancro il rapporto è di 10 tentativi di suicidio.

Pazienti più gravemente colpiti dalla depressione

Diversi fattori possono spiegare questo tasso più elevato. In primo luogo, lo stress psicologico indotto dall'annuncio del cancro e il trattamento che segue. La depressione colpisce tra il 5 e il 25% dei pazienti. Può anche essere forme di stress post-traumatico. Tuttavia, i pazienti affetti da cancro depressivo spesso non sono trattati per la depressione.

Per i ricercatori dietro questa ricerca, ciò "conferma la reale necessità di interessarsi presto ai problemi psicologici nella gestione di questi pazienti". Nel caso di tumori urologici, i trattamenti possono avere conseguenze psicologiche. In effetti, può influire sulla funzione renale, sulla vescica o sulla funzione erettile e la libido.

Sintomi simili a quelli della menopausa, che possono causare ansia, problemi sociali o depressione. Sette pazienti su dieci con cancro e depressione non sono curati per la loro depressione.