GPA: invitato dalle tenute generali di bioetica?

Ufficialmente, la maternità surrogata non fa parte della revisione della legge sulla bioetica. Ma la questione della sua autorizzazione in Francia è stata all'ordine del giorno della società per diversi anni. In pratica, le coppie lo stanno già utilizzando all'estero.

Quasi 500 bambini nascono ogni anno dopo la maternità surrogata (GPA). Questo metodo di procreazione assistita è praticato dalle coppie eterosessuali quando la donna non può portare il bambino (assenza o malformazione uterina, stato di salute incompatibile con la gravidanza ...). La coppia chiama quindi una "madre surrogata". O trasporta l'embrione derivante da una fecondazione a cui non ha partecipato, oppure fornisce l'uovo. In entrambi i casi, conduce la gravidanza e dà alla luce il bambino che non è suo.

Per le coppie omosessuali maschili, è lo stesso processo. Se la madre surrogata fornisce l'uovo, stiamo parlando di una madre surrogata naturale che trasporta un bambino dai suoi ovociti e lo sperma di papà. È quindi la madre biologica del bambino, ma non avrà diritti sul bambino. Queste pratiche sono vietate in Francia, ma le coppie le usano all'estero.

"Volevamo un GPA etico"

Questo è il caso di Beatrice e Raffaello. Questa coppia ha provato di tutto per avere un figlio: sei semplici stimolazioni, inseminazioni di spermatozoi in ospedale, cinque fertilizzazioni in vitro, PICSI che è una tecnica per selezionare i migliori spermatozoi ... Infine, Beatrice ha fatto una procreazione medicalmente assistita con donazione di ovociti per il suo primo figlio. Ma le complicazioni della sua consegna hanno costretto i medici a rimuovere l'utero. Ansiosi di avere un secondo figlio, c'erano solo due scelte per la coppia: adozione o GPA. Hanno optato per il secondo.

"Volevamo un GPA etico, in cui i diritti delle donne siano rispettati", afferma Beatrice. Ad esempio, il contratto che abbiamo firmato prevedeva che se il bambino aveva una disabilità era nostro figlio. Sembra normale ma è successo - raramente - che i genitori lasciano un figlio disabile a una madre surrogata ". Una compagnia presentò la coppia a una madre surrogata, Mandy.

Prima di iniziare il processo, Beatrice, Raphael e Maxence, il loro primo figlio, hanno trascorso diversi giorni negli Stati Uniti. Hanno incontrato la famiglia del surrogato. Tutto è andato bene, hanno dato il via libera. Questo viaggio è stato anche l'occasione per scegliere il donatore di ovociti, catalogare questa volta. "Abbiamo scelto una donna con una buona cartella clinica, senza storia familiare e che stava studiando", afferma Beatrice.

"Thais ha tre anni e mezzo e non è registrato nel libretto di famiglia

I bambini sono nati legalmente da GPA all'estero ma in modo diverso a seconda dei paesi che consentono questa pratica medica. Negli Stati Uniti la legge sul suolo consente ai bambini di avere un passaporto americano. In Ucraina, non esiste alcun diritto del suolo, quindi i bambini non hanno documenti, né stranieri né francesi. Negli Stati Uniti, i neonati hanno un certificato di nascita.

Beatrice, Raphael e Maxence erano negli Stati Uniti per la nascita dei thailandesi. "Mio marito e Mandy, il surrogato, hanno riconosciuto per la prima volta il bambino", afferma Beatrice. Quindi l'ho adottato sul suolo americano. I thailandesi avevano un certificato di nascita e un passaporto americano. "Una volta tornati in Francia, i genitori non hanno avuto problemi: la loro figlia aveva rapidamente una carta d'identità e un passaporto francese.

Procedure amministrative in circolazione

"Thais ha tre anni e mezzo e non è ancora registrato nel libretto di famiglia", aggiunge Beatrice. La corte vuole la prova che ho portato il bambino e ho partorito. Dal momento che non ce l'hanno, si rifiutano di iscriverlo nel libro genealogico. "In teoria, e come ricordato nella circolare di Taubira del 2013, i bambini nati all'estero da genitori francesi hanno il diritto alla nazionalità. francese. In effetti, la giustizia francese a volte rifiuta di trascrivere il certificato di nascita straniero di bambini nati da GPA. Questi bambini non sono registrati nel libro genealogico. In effetti, il riconoscimento della genitorialità di bambini nati da GPA all'estero è impossibile.

"Oggi Thais è francese ma negli archivi francesi non ha genitori", afferma Beatrice. Una delle soluzioni più popolari è fare un test genetico che dimostri che mio marito è il padre biologico. Quindi il tribunale lo avrebbe riconosciuto come genitore legale e Beatrice avrebbe potuto adottare sua figlia. Per le coppie eterosessuali, i tribunali riconoscono il padre perché ha dato il suo sperma ma non la madre perché non ha partorito. Per le coppie omosessuali, l'uomo che ha dato il suo sperma è riconosciuto genitore.

"Non sono ancora sua madre"

Nel gennaio 2017, la Corte europea dei diritti dell'uomo (CEDU) ha condannato la Francia per il rifiuto di trascrivere i certificati di nascita di bambini nati da GPA all'estero. Questa è la quinta volta che l'ente europeo lo condanna come un attacco all'identità e ai diritti di questi bambini. Il paese non può rifiutare di riconoscere questi bambini, anche se l'AAP è vietato sul suolo francese. Tuttavia, la Corte di cassazione sembrava aver concordato con la giurisprudenza della CEDU. Nel 2015 l'Alta Corte aveva autorizzato la registrazione di due bambini nati da GPA in Russia.

In generale, una decisione presa dalla Corte di cassazione è quindi seguita da tutti gli altri tribunali. Tuttavia, viene riconosciuta solo la filiazione del padre. A gennaio, due giorni prima dell'apertura degli Stati Generali di Bioetica, 110 personalità hanno lanciato un appello nel mondo per il riconoscimento dell'AAP in Francia. Denunciano questa ingiusta filiazione per il bambino e i suoi genitori. "Se succedesse qualcosa a mio marito, potrei essere separato da mia figlia", si preoccupa Béatrice, "agli occhi dei giudici francesi, per il momento non sono sua madre e nessun test può dimostrarlo." Beatrice e Raphael hanno portato un avvocato per far valere i loro diritti e quelli dei thailandesi alla corte incaricata del loro caso.

Un metodo di procreazione medicalmente assistita che varia tra 26.000 e 240.000 euro

Il National Consultative Ethics Committee (CCNE), responsabile per gli Stati Generali di Bioetica, sostiene la procreazione medicalmente assistita ma non il GPA. Questo problema non è discusso nel contesto della revisione della legge sulla bioetica. Tuttavia, gli oppositori della PMA, la cui apertura alle donne single e alle coppie di donne è discussa, temono che ciò porterà all'autorizzazione dell'AAP. Ciò consentirebbe alle coppie di uomini, che possono diventare genitori solo attraverso l'adozione, di avere un figlio. Proprio come le donne con PMA. Come il CCNE, Emmanuel Macron si è sempre opposto all'AAP.

Tuttavia, sembra che la maggioranza della popolazione non segua il consiglio del presidente. Secondo un sondaggio IFOP per La Croix e l'European Bioethics Forum di gennaio, il 64% dei francesi favorirebbe una forma di legalizzazione dell'AAP. Secondo i membri del CCNE, questa pratica medica solleva questioni etiche e morali che sono difficili da risolvere. Ad esempio, gli oppositori del GPA denunciano la "mercificazione" del corpo della donna che, secondo loro, porterebbe alla legalizzazione del GPA.

A seconda dei paesi che lo consentono, il costo di questo metodo di procreazione assistita varia tra 26.000 e 240.000 euro. Beatrice e Raphael hanno pagato 120.000 euro. "È soprattutto la compagnia di mezzo che si arricchisce, Mandy ha ricevuto 2.500 euro al mese durante la sua gravidanza", afferma Beatrice. Le due famiglie rimasero vicine. Quest'estate Beatrice, Raphael, Maxence e Thaïs voleranno di nuovo per gli Stati Uniti, in direzione di Mandy!

Video: How To Calculate Your GPA In College (Dicembre 2019).