Eutanasia: 156 deputati rivendicano una legge "senza indugio"

156 deputati, tra cui l'ex primo ministro Manuel Valls e l'ex ecologa Barbara Pompili, hanno pubblicato martedì un forum per chiedere al governo di legiferare sulla fine della vita.

Questo è un tema caldo: verrà formata una maggioranza all'Assemblea Nazionale per legiferare sulla fine della vita quest'anno? 156 deputati, tra cui 122 di The Republic in motion (LRM), chiedono in un forum pubblicato martedì su mondoche una nuova legge sia adottata "senza indugio". Tra questi, l'ex primo ministro Manuel Valls, l'ex ecologa Barbara Pompili, il socialista Olivier Faure o il vicepresidente del comitato per gli affari sociali LaRem Jean-Louis Touraine.

"La scelta della persona deve essere rispettata"

L'eutanasia, che significa "il fatto che una terza parte metta fine alla vita di una persona su sua richiesta", è illegale in Francia. La legge Leonetti (aprile 2005) regola le cure palliative e prevede in L. 1110-10 che i trattamenti "quando appaiono inutili, sproporzionati o non hanno altri effetti se non il semplice mantenimento artificiale della vita, possono essere sospeso o non intrapreso ", ma non legalizza l'eutanasia stessa. Uno studio dell'INED pubblicato nel novembre 2013 ha anche stimato che le "pratiche di eutanasia in Francia" rimangono "rare": tra il 2000 e il 4000 ogni anno. Tutti praticati da medici "coraggiosi", considerano gli eletti nella loro piattaforma.

"La scelta della persona deve essere rispettata, quando è libera, illuminata, soggetta a nessun vincolo o depressione, espressa ripetutamente e che i medici hanno confermato l'impasse terapeutica", affermano. E continuare: "È consigliabile dare ai pazienti alla fine della loro vita la libera disposizione dei loro corpi e questo è essenziale, del loro destino, motivo per cui noi deputati di orizzonti diversi proponiamo di legiferare in questo modo durante l'anno 2018 ".

La posizione di Agnès Buzyn

La posizione di Emmanuel Macron su questo argomento rimane poco chiara. Lo scorso settembre, il Ministro della Salute Agnès Buzyn aveva espresso sull'Inter la Francia, la sua volontà di valutare la legge Claeys-Leonetti (febbraio 2016) prima di mettere in discussione il dibattito: "In Francia, ci sono stati molti Dibattiti di fine vita che hanno portato a una legge, la Claeys-Leonetti Act, che consente una sedazione profonda e prolungata per i pazienti fuori uso, che ha già dato origine a dibattiti molto complicati. Ho spiegato all'onorevole Bert che per il momento volevo fare una valutazione di come questa legge è stata attuata nel nostro paese ".

Eutanasia nel mondo

Come ti abbiamo detto in un recente articolo, cinque stati negli Stati Uniti (Washington, Oregon, Vermont e California) consentono l'eutanasia o il suicidio assistito. E cinque paesi nel mondo: Colombia, Paesi Bassi, Lussemburgo, Svizzera e Belgio. Autorizzata dal 2002 per gli adulti e nel 2016 per i bambini, l'eutanasia attiva non è un argomento tabù in Belgio. Ma tra i candidati, un numero crescente non sarebbe alla fine della vita.

Video: Eutanasia: la testimonianza di Damiana morta in una clinica svizzera (Settembre 2019).