Prezzo del tabacco: il ministro della sanità si aspetta una "consapevolezza" dei fumatori

Il prezzo del tabacco aumenterà di un euro dal 1 ° marzo. Ospite sul set di CNews martedì mattina, il Ministro della Sanità ha dichiarato che questo aumento "inizia ad avere un impatto significativo sul potere d'acquisto".

Giovedì 1 marzo, il prezzo dei pacchetti di sigarette aumenterà di un euro. "Otto euro, penso che inizi a incidere in modo significativo sul potere d'acquisto", ha ammesso Agnès Buzyn su CNews martedì mattina. Il Ministro della Salute spera che questo nuovo aumento causi "una consapevolezza di coloro che fumano, ammetteranno" che rappresenta un budget significativo e che in un momento in cui tutti vogliono aumentare il suo potere d'acquisto, forse quella somma "potrebbe essere utilizzata per qualcos'altro.

"È importante sapere che alla fine dell'anno sono diverse migliaia di euro all'anno che vengono messi nelle sigarette (per ogni fumatore, ndr). E poi, ha un costo sociale con 73000 morti all'anno, e un costo per la sicurezza sociale di 20 miliardi di euro all'anno, e vite e famiglie distrutte ", ha detto il ministro.

Misure antifumo del governo

Ulteriori aumenti sono previsti nei prossimi anni per aumentare il prezzo del pacchetto di sigarette a 10 euro entro novembre 2020: +0,50 centesimi ad aprile e di nuovo a novembre 2019. Quindi un nuovo aumento di 0,50 centesimi nell'aprile 2020 e altri 0,40 centesimi a novembre dello stesso anno. Ma questa crescita è benefica? Tra il 2010 e il 2016, mentre la prevalenza del fumo è aumentata dal 23,5% al ​​20,9% tra le persone ad alto reddito (ultimo livello), è aumentata dal 35,2% al 37,5% tra basso reddito (primo livello). Come abbiamo spiegato di recente, l'aumento dei prezzi del tabacco non scoraggia i più svantaggiati. E questo, nonostante le recenti rivelazioni relative a livelli più alti del normale di catrame e nicotina in una sigaretta.

"La Francia è stanca del tabacco", afferma il governo sul suo sito web. Per combattere questo flagello sono state messe in atto diverse misure, tra cui il triplo del rimborso di sostituti della nicotina come cerotti, il pittogramma "donna incinta" sul pacchetto di sigarette, il divieto di fumare nei luoghi pubblici e in aree giochi per bambini, divieto di aromi e additivi (ad esempio capsule di mentolo) che sono particolarmente interessanti per i giovani, pacchetto neutro di sigarette e creazione di un fondo per la prevenzione del fumo, che quest'anno ha 32 milioni di euro.

Tabacco, un mercato a due velocità

Ogni giorno nel mondo vengono venduti 11 milioni di sigarette, generando 39 miliardi di profitti, l'equivalente del PIL del Lussemburgo. Nel 2015 in Francia, il 34% degli uomini e il 28% delle donne hanno fumato. Se i russi sono i maggiori consumatori, i francesi non vengono lasciati indietro: l'esagono ha oltre 13 milioni di fumatori che consumano 55.000 tonnellate di tabacco ogni anno. Secondo l'OFTD, nel 2014 sono state vendute 55.000.000.000 di sigarette in Francia.

Ma il mercato è cattivo: nel complesso, i francesi fumano meno e si rivolgono sempre di più alla sigaretta elettronica. L'aumento del prezzo dei pacchetti gioca un ruolo preponderante nel disinteresse dei francesi (+ 1 euro a partire dal 1st Marzo 2018). Uno studio condotto nel luglio 2017 sull'impatto dell'aumento dei pacchetti di sigarette e pubblicato sulla rivista Epidemiology suggerisce che l'aumento del prezzo di un pacchetto di sigarette di un dollaro aumenta le probabilità di ritiro tra i tossicodipendenti. i fumatori, in particolare i fumatori a lungo termine. Il governo ha annunciato l'intenzione di aumentare gradualmente il prezzo del pacchetto di sigarette a dieci euro, contro circa sette attualmente (+ 40%).