Cancro: Institut Curie e 30 centri di oncologia pediatrica francese si uniscono per salvare 600 bambini

L'istituto Curie lancia lo studio nazionale MICCHADO condotto in collaborazione con Gustave Roussy e il Centro Léon Bérard di Lione per cercare di curare 600 bambini le cui probabilità di guarigione sono inferiori al 50%. 30 centri di oncologia pediatrica francese sono stati coinvolti nel progetto.

Leucemia, cervello e linfoma sono i principali tipi di cancro che colpiscono i bambini. Alcuni sono già malati alla nascita. In media, 1700 nuovi casi vengono diagnosticati ogni anno in bambini di età inferiore ai 15 anni e 800 in adolescenti di età compresa tra 15 e 19 anni.

L'Institut Curie ha lanciato lo studio nazionale MICCHADO (Caratterizzazione molecolare e immunologica del carcinoma infantile ad alto rischio alla Diagnosi) condotto dal Dr. Gudrun Schleiermacher per comprendere meglio e trattare meglio questi tumori ad alto rischio. "In definitiva, l'obiettivo è quello di identificare i pazienti il ​​cui tumore può diventare resistente per adattarsi meglio ai trattamenti e vincere la corsa contro il tempo con la malattia". Questo studio, che sarà condotto in collaborazione con Gustave Roussy (Villejuif) e il Centro Léon Bérard (Lione), coinvolgerà 30 centri di oncologia pediatrica in Francia. In totale "600 giovani pazienti (bambini, adolescenti e giovani adulti) con tumori ad alto rischio saranno inclusi da febbraio 2018 per un periodo di 6 anni".

"Includiamo in questo studio bambini, adolescenti e giovani adulti con cancro" ad alto rischio ", cioè con una possibilità di una cura inferiore al 50%, perché questo programma supporta tutti i tipi di patologia del cancro ad alto rischio. può diventare molto ampio e fornire risposte a tutti i bambini in questa situazione ", afferma il dott. Gudrun Schleiermacher in un'intervista.

Il ritratto molecolare di questi tumori

Due fenomeni svolgono un ruolo importante nella progressione del tumore e nella resistenza al trattamento: l'instabilità del DNA tumorale e le interazioni immunitarie tra il tumore e il corpo del paziente.

"Eseguiremo quindi il campionamento del tumore e regolari esami del sangue nei nostri pazienti", spiega. "Analizzeremo il DNA del tumore e il DNA circolante mediante sequenziamento ad alto rendimento, ma anche il microambiente del tumore. e il sistema immunitario del paziente mediante tecniche specifiche che consentono una caratterizzazione dettagliata del profilo e della risposta immunitaria ". Un modo per "disegnare un ritratto molecolare di questi tumori ad alto rischio integrando la loro evoluzione nel tempo e i loro effetti immunologici".

Il prezzo della guarigione

Come spiegato recentemente dal professor Gilles Vassal, pediatra della lingua presso l'Istituto Gustave Roussy, "grazie ai progressi terapeutici degli ultimi 50 anni, l'80% dei bambini con diagnosi di cancro è vivo e libero da malattie a 5 anni. , o 3 bambini su 4. Ma a costo di pesanti trattamenti che possono portare a sequele cardiovascolari, complicanze neuropsicologiche ed endocrine ". Il trattamento intensivo di questi tumori lascia tracce. Anche se guariti, i bambini sono in preda a domande che non hanno la loro età.

Per questo motivo, l'Institut Gustave Roussy insiste su due assi importanti attraverso la sua nuova campagna "Curare il cancro infantile nel 21 ° secolo".e secolo ", che Nicolas Sarkozy è il padrino:" migliorare la qualità di guarigione di bambini e adolescenti per comprendere, rilevare e prevenire le complicazioni tardive in età adulta "e" facilitare il percorso di cura sviluppando nuovi strumenti di informazione ed educazione terapeutica su supporti interattivi e digitali ", come nel caso dei pazienti con carcinoma mammario. Se l'80% dei pazienti pediatrici guarisce, un bambino su cinque muore o 500 bambini e adolescenti in Francia ogni anno e 6.000 in Europa - ancora troppo "Questa è la principale causa di morte per malattia nei bambini".

Video: La storia di Sophia Gall, morta di cancro a soli 16 anni: "Ogni vita vale la pena di essere vissuta" (Novembre 2019).