Uno studio mostra che le bibite riducono la fertilità dei consumatori

Una soda al giorno è sufficiente per ridurre la fertilità sia nelle donne che negli uomini. Spiegazioni.

L'obesità, i problemi dentali, i disturbi cardiaci, gli effetti dannosi delle bevande zuccherate sul nostro corpo sono molti e ampiamente conosciuti. L'International Chair on Cardiometabolic Risk ha condotto uno studio sul consumo di questo tipo di bevanda in tutto il mondo. Nel 2015, in Francia, abbiamo acquistato una media di 50,9 litri di bevande analcoliche (bevande analcoliche, succo con aggiunta di zucchero, bevande energetiche, bevande sportive).

Siamo ancora lontani dagli Stati Uniti con 125,9 litri all'anno e pro capite, o dal Messico con 146,5 litri. Ma questo aumento dei consumi presenta un rischio sconosciuto: quello di ridurre la fertilità dei consumatori. Questo è il risultato di uno studio della Boston University School of Medicine pubblicato su Science Daily. Una singola soda al giorno riduce la fertilità nelle donne o negli uomini.

20% di calo della fertilità

Ricercatori statunitensi hanno utilizzato i dati di oltre 3.800 donne per condurre un questionario sul loro consumo di soda e un altro per i loro partner maschi. Il consumo di bevande zuccherate riduce la fertilità del 20%, maschio e femmina combinati. Fecundability è il tempo medio necessario per concepire un bambino. Per le donne che consumano in media una soda al giorno, questo calo è del 25%, per gli uomini è del 33%.

In Nord America, il 15% delle coppie è affetto da problemi di fertilità. "Dato l'alto numero di bevande zuccherate consumate da coppie in età fertile in Nord America, questi risultati potrebbero avere conseguenze significative sulla salute pubblica", hanno affermato gli autori dello studio. In Francia, Inserm stima che il 10% delle coppie abbia problemi di fertilità.