Lattalis: gli stessi batteri persistono nella pianta per 12 anni

Il CEO di Lactalis Emmanuel Besnier ha confermato in un'intervista rilasciata giovedì agli Echos, la presenza della stessa salmonella nella pianta tra il 2005 e il 2017. Sorge una domanda: quanti bambini sono stati contaminati negli ultimi 12 anni?

Lactalis "non può escludere che i bambini abbiano consumato latte contaminato" tra il 2005 e il 2017, concede giovedì a Echos il CEO di Lactalis Emmanuel Besnier. All'epoca, Salmonella Agona era già "confinata nell'infrastruttura della torre numero 1" dell'impianto, afferma. Il batterio era già presente nei locali che appartenevano alla società Celia, prima di essere acquistato l'anno successivo da Lactalis. Dodici anni, quindi, che lo stesso batterio dura nel recinto della fabbrica dove venivano fabbricati prodotti per l'infanzia. Questa informazione spinge il pubblico a chiedersi: quanti bambini sono stati infettati da Salmonella Agona negli ultimi dodici anni senza che nessuno se ne accorga o non lo riferisca?

L'Institut Pasteur ha identificato 25 casi "sporadica "Salmonellosi correlata al latte lattalico tra il 2006 e il 2016. "È stato dimostrato per la prima volta che gli stessi batteri della salmonella agona sono stati coinvolti nei due focolai di salmonella del 2005 e del 2017. E ci siamo chiesti dove nel frattempo, nel corso degli ultimi dodici anni ", ha dichiarato François-Xavier Weill, batteriologo e direttore del National Salmonella Reference Center di Pasteur, citato da The New Republic. Secondo lui, "l'unica ipotesi scientificamente possibile è che (rimase) nella fabbrica in questione". E aggiungere: "È estremamente difficile scoprire se lo è, ma il DNA parla molto chiaramente e si dirige verso questa fabbrica".

Lactalis indica la responsabilità di un laboratorio esterno

Nel 2017 sono stati intrapresi lavori negli edifici. Le partizioni erano rotte, il che avrebbe rilasciato i batteri che si sarebbero poi diffusi liberamente. Emmanuel Besnier afferma che i prodotti sono sempre stati "conformi ai requisiti sanitari" e sottolinea la responsabilità del laboratorio esterno che nel 2017 ha condotto 16.000 test sui prodotti finiti senza rilevare nulla. "Ci poniamo molte domande sulla sensibilità delle analisi effettuate da questo laboratorio. Difficilmente possiamo capire come 16.000 analisi eseguite nel 2017 non siano state in grado di rivelare nulla. Abbiamo dubbi sull'affidabilità dei test. non è possibile che ci sia stato zero positivo ".

Molti bambini sono ancora malati

Alcuni dei bambini infettati dalla salmonella dopo aver consumato latte di Lactalis hanno ancora problemi di salute diverse settimane dopo l'infezione iniziale, hanno detto i membri della Salmonella Contaminated Milk Families Association (AFVLCS) il 26 gennaio. la loro conferenza stampa. "Molti bambini sono recidivanti, è quasi sistematico", ha affermato Ségolène Noviant, vicepresidente dell'AFVLCS. Ha riferito diverse volte che suo figlio, che è stato inizialmente contaminato con latte di lattalide con gastroenterite da Salmonella, ha avuto diverse ricadute di diarrea e febbre e un quarto ricovero è previsto per il 30 gennaio. Aveva anche la bronchiolite a gennaio. In questo caso non sarebbe solo, secondo l'associazione che riceve molte chiamate.

Per Quentin Guillemain, presidente della Salmonella Contaminated Milk Families Association (AFVLCS), è chiaro che più di 25 bambini sono stati infettati: "il ceppo di salmonella agona è identificato nel test solo se il laboratorio che viene eseguito dall'Institut Pasteur e solo 1.200 sono in Francia, per non parlare dei bambini non diagnosticati nonostante i sintomi convergenti ".

La gastroenterite da Salmonella non è benigna

Secondo questo studio di un modello di intossicazione alimentare umana in topi sani e pubblicato dal Sanford Burnham Prebys Medical Disease Institute sulla rivista Science, le infezioni ripetitive potrebbero causare malattie infiammatorie croniche intestinali o del colon . Lo studio è durato quasi otto anni: ogni topo ha ricevuto una dose di batteri benigni di tipo Salmonella in una quantità molto piccola e senza alcun rischio vitale, ma è comparsa un'infiammazione dell'intestino che è aumentata in tutti i topi la ripetizione di intossicazioni. I ricercatori hanno anche scoperto che anche arrestando la causa di queste infezioni, l'infiammazione dell'intestino non è scomparsa. Il danno è stato fatto. È stata lanciata la malattia infiammatoria del colon e dell'intestino.

Video: LA RAGAZZA CON IL CUORE DI LATTA - IRAMA OFFICIAL VIDEO (Settembre 2019).