10 domande sul taglio cesareo, utili ma troppo praticate nel nostro paese, perché potenzialmente rischiose

Era il metodo dell'ultima possibilità. Oggi, il taglio cesareo è quasi diventato una moda. Le nostre autorità sanitarie erano arrabbiate tre anni fa. Senza molti risultati. Uno studio americano mostra che questa non è una tecnica innocua. 10 domande essenziali ...

Quanti cesarei vengono eseguiti in Francia ogni anno?

Il 7% delle consegne è per taglio cesareo, ma il tasso può salire al 43% in alcune aree. In totale, oltre 100.000 interventi all'anno.

È lo stesso in altri paesi?

La Francia è nel mezzo dell'Europa. Con più atti nell'Europa meridionale, ma anche molto meno nel Nord.

Al contrario, gli Stati Uniti sono scelti, anche dalle autorità sanitarie del paese. Lì, il taglio cesareo è così popolare - il 20% delle nascite - che in alcune cliniche californiane, viene eseguito ogni altra volta! Un evidente abuso, condannato dai medici, che sembrano tuttavia in questi casi estremi, in gran parte responsabile della divulgazione del metodo con i propri clienti.

È essenziale?

E in 7 casi su 10, potrebbe essere evitato secondo l'Alta Autorità Sanitaria.

Qual è l'impatto sui neonati?

Un ospedale in Massachusetts lo ha dimostrato. Questa istituzione ha implementato una politica per ridurre il numero di consegne causate dal capriccio della donna e dei suoi medici autorizzando il taglio cesareo solo alle donne che hanno già consegnato vaginale con una cervice favorevole almeno a 39 settimane di gravidanza. Di conseguenza, il tasso di taglio cesareo è aumentato dal 16% al 7% e il tasso di ricovero per i neonati in terapia intensiva è aumentato dal 3% al 2%.

Il taglio cesareo è a rischio?

Secondo l'HAS, il taglio cesareo non è un atto banale: è associato a un rischio di flebite ma anche a complicazioni per future gravidanze.

Uno studio, i cui risultati sono apparsi sulla rivista online PLoS Medicine, ha appena rafforzato questa analisi.

Per tre anni, i ricercatori hanno analizzato il corso della consegna di oltre 2.000 donne, nel tempo. Sono stati seguiti per almeno un anno dopo aver dato alla luce il loro bambino. I ricercatori hanno scoperto che le donne che hanno partorito con taglio cesareo avevano meno probabilità di avere cadute d'organo (prolasso), incontinenza urinaria o fecale.
I ricercatori hanno anche studiato quali erano i rischi nel bambino. I nati vaginali avevano meno probabilità di sviluppare asma o essere obesi.

Il taglio cesareo influenza le seguenti gravidanze?

Lo stesso studio mostra, a lungo termine, che una donna che ha partorito con taglio cesareo ha maggiori probabilità di avere problemi di infertilità. Ma anche a rischio durante la gravidanza con uno scarso posizionamento della placenta, che può causare gravi emorragie nel terzo trimestre. La rottura uterina e il parto a un bambino nato morto sono altri possibili rischi.
Per questi scienziati, era importante comprendere meglio i rischi e i benefici di questa tecnica di consegna, per informare meglio le donne.

Il taglio cesareo è ancora utile?

È meglio di una controversia perché è un intervento molto semplice che continua oggi per salvare molte vite dei bambini, ad esempio bambini molto prematuri. Questo è anche il caso in cui la vita della madre è minacciata da una gravidanza che potrebbe alla fine, come nel caso del diabete scarsamente bilanciato o dell'ipertensione molto grave.

La maggior parte dei cesarei sono programmati?

Sì, dovrebbero, il che consente la scelta dell'anestesia che sempre più madri scelgono "locali" per non perdere nulla del piacere della nascita del loro bambino. Una nascita avviene in poco meno di un'ora grazie a un'incisione orizzontale lungo il pelo pubico, lasciando una cicatrice molto forte e molto estetica. Poche complicazioni ... alcune infezioni e per alcune madri, soprattutto in caso di anestesia generale, l'inizio della relazione madre-figlio disturbato, vissuto male. Il ritorno a casa è, nella stragrande maggioranza dei casi, in 5-6 giorni ... quasi come una nascita normale!

Dicevamo "cesareo un giorno, cesareo sempre ..."?

Oggi è totalmente sbagliato. Più del 60% delle donne "cesarei" - che hanno un taglio cesareo, da non confondere con l'attrice che avrebbe avuto un Cesare - partoriscono normalmente la prossima volta.

Si dice che fu perché non era nato con mezzi naturali che Cesare, l'imperatore romano, diede il suo nome al taglio cesareo?

La realtà è molto meno poetica ... Anzi, in latino, Cesare, significa ... tagliare! È perché abbiamo tagliato la pelle, quindi l'utero, che questo metodo di consegna è diventato cesareo ...