Cinque domande dopo la consegna su un aereo tra Parigi e New York

All'inizio, è la storia di una donna di 41 anni, incinta e di un passeggero su un volo Parigi New York. All'arrivo, la madre di un piccolo Jake. "C'è un dottore sull'aereo" ha funzionato alla grande il 17 dicembre 2017, in Groenlandia. Una storia come i media americani li adora ... Ma ciò non proibisce di fare alcune domande.

Un pediatra francese e un urologo americano non sono stati in grado di godersi il film o il sorvolo del ghiaccio della Groenlandia, eseguendo un parto perfettamente normale, in prima classe, per dare il massimo al partorent e ai suoi medici di conforto. Jake, il ragazzino, sta bene, anche sua madre, i suoi dottori sono felici.

Rimangono alcune domande suggerite da questo felice aneddoto.

Alla madre è stato permesso di viaggiare?

Si consiglia alle donne in gravidanza di evitare di viaggiare dai 37 annie settimana di gravidanza, che corrisponde all'inizio di 9e mesi, nonché durante i 7 giorni successivi alla consegna.

Dovrebbe essere noto, tuttavia, che la compagnia può fare quello che vuole e che, per esempio, molte compagnie, specialmente americane, senza pubblicità, vietano l'accesso ai loro aerei a partire da 7e mesi; a volte prima!

La precauzione elementare è chiedere al medico che segue la gravidanza se questo viaggio non comporta alcun rischio, secondo il corso di questo.

Non è necessario un accordo medico per viaggiare su un volo Air France. Questa compagnia fornisce anche alcuni consigli utili per questo particolare viaggio:

  • Scegli abiti larghi e comodi.
  • Indossare collant a compressione per facilitare la circolazione sanguigna.
  • Muoviti frequentemente. Per questo, prenota un posto sul lato del corridoio, così puoi alzarti più facilmente.
  • Bevi regolarmente, ma evita le bevande analcoliche.
  • Evita anche pasti troppo ricchi.
  • Allaccia la cintura di sicurezza sotto l'addome, nella zona pelvica.

C'è un dottore sull'aereo?

C'è circa 1 incidente medico da 15 a 40.000 passeggeri. Mentre la maggior parte è benigna, la legge è precisa: un medico che non interviene è colpevole di non assistenza a una persona in pericolo. Un reato punibile in Francia con una pena detentiva di cinque anni e una multa di 75000 euro.

Questa domanda, sulla presenza di un medico a bordo, secondo il JIM, l'International Journal of Medicine, sarebbe stata posta 350 volte al giorno nel mondo.

Si stima che la probabilità di una risposta positiva si verifichi nell'80% dei casi, il che significa che i medici viaggiano molto. Ma non necessariamente che vogliono lavorare! Perché le indagini mostrano che se finiscono quasi sempre per segnalare all'equipaggio del treno, non lo fanno con allegria di cuore, e questo, per diversi motivi:

  • La non gravità della maggior parte dei reclami, che sono piuttosto il fatto di eventi legati all'angoscia del furto, in particolare manifestazione di spasmofilia che sa gestire perfettamente l'equipaggio. Questo spiega la mancanza di reattività, all'inizio, della maggior parte dei medici.
  • Paura di azioni legali; un classico aereo americano quando l'intervento va storto. Il parto, per esempio, che è un atto semplice e meraviglioso quando va bene ma che - fortunatamente molto raramente - può trasformarsi in un incubo ... Negli Stati Uniti, perché gli esperti della compagnia avevano stimato che lo stato l'assistenza sanitaria del passeggero malato non lo richiedeva, un medico finì in tribunale per deviare un aereo.
  • Infine, i medici che si lamentano sono dovuti a un dettaglio, che non giustifica il rifiuto, ma infastidisce molti che hanno vissuto questa situazione: l'atteggiamento di alcune aziende che trovano questo servizio sempre più normale e spesso dimenticano semplicemente grazie al dottore per questo lavoro extra. Il ringraziamento del capitano, o anche un gesto commerciale, poche settimane dopo, sarebbe percepito positivamente.

Quali attrezzature mediche ha il medico su un aereo?

Varia a seconda delle aziende.

Le norme europee raccomandano un materiale di base che corrisponde approssimativamente alla valigetta di un medico, nonché una farmacia medica in due parti: farmaci comuni che non richiedono una prescrizione, in particolare antidolorifici e un altro, aperti con il permesso del pilota in comando, permettendo a un medico di far fronte all'emergenza. Molte aziende dispongono di una linea di chiamata d'emergenza che collega l'equipaggio con strutture di tipo UAS e consulenza medica di emergenza.

La competenza dei medici è sufficiente?

Praticamente tutti i medici sanno cosa fare di fronte alle principali emergenze salvavita. Non hanno sempre cose come il defibrillatore o l'attrezzatura per intubazione che sono opzionali nel velivolo. Ma il ruolo di un professionista è quello di guadagnare tempo per consentire la diversione dell'aeromobile, il che è sistematico se il medico lo chiede.

Per atti più specializzati come il parto ... tutto dipende dal progresso, normale o no, di questo atto naturale.

Qual è la conoscenza dei gesti di emergenza?

Va notato che alcuni membri dell'equipaggio hanno una formazione abbastanza completa sul pronto soccorso, in particolare le procedure di emergenza. Ed è abbastanza buono perché - continueremo a dirlo - meno del 20% dei francesi è addestrato nelle procedure di emergenza. Sebbene in oltre il 90% dei casi, queste azioni si applicheranno a una persona che amiamo o che conosciamo bene. Un coniuge, un figlio o un collega di lavoro in aereo.

Video: 7112013 M5S Marta Grande su decreto sulle missioni all'estero (Gennaio 2020).