Prende un verme parassita a 1,70 metri dopo aver mangiato sushi

In California, un uomo ha contratto un verme parassita dopo aver mangiato pesce crudo. Un consumo che non è privo di rischi, ma che possono essere evitate da semplici precauzioni.

Stomaci sensibili, astenersi. La storia del giorno viene da un medico di emergenza americano, tramite il podcast medico "Non farà un po 'male" (il titolo è ironico) Un uomo di 30 anni si è presentato al pronto soccorso di Fresno, in California, con crampi allo stomaco e diarrea sanguinolenta, per cercare un trattamento contro la sverminazione. Davanti al dottore, un po 'commosso, disimballò un argomento forte: un lungo verme bianco avvolto attorno a un rotolo di carta igienica ...

Il resto della storia è raccontato dal medico di emergenza in questione, il dott. Kenny Bahn dell'ospedale di Fresno. Mancanza di dolore intestinale, l'uomo si era goduto un soggiorno in bagno per dedicarsi a qualche esplorazione. Di fronte a quello che sembrava "un pezzo di intestino" che emerge dal suo posteriore, aprì la pista per vedere più chiaramente. Prima di rendersi conto che il tubo si stava nuovamente contorcendo.

1,70 metri di felicità

Alla fine, è un esemplare di piatto verme parassita che il giovane ha nascosto nelle sue viscere. Una volta srotolato, misurò la sciocchezza lunga 1,70 metri, l'altezza di un adulto. Inutile dire che il paziente se ne andò con un trattamento di deformazione, nel caso in cui altri esemplari avrebbero ritenuto opportuno risiedere nelle sue viscere.

Ma da dove viene il worm? Con ogni probabilità, questo è un Diphyllobothriumo tenia del pesce. Grande amante della cucina giapponese, il paziente consumava sushi e altri sashimi quasi ogni giorno. Tuttavia, è probabile che i salmoni grezzi del Pacifico, se non adeguatamente trattati, ospitino larve di Diphyllobothrium. Una volta nel suo ospite finale, questo verme parassita può crescere fino a dieci metri di lunghezza.

Nessun motivo per smettere di sushi

Fortunatamente, il Diphyllobothrium non si trova nel salmone europeo, ricorda l'Agenzia per la sicurezza sanitaria (ANSES) nella sua scheda informativa dedicata. Poiché la maggior parte dei ristoranti giapponesi fa scorta di salmone norvegese, è possibile continuare a mangiare sushi in Francia senza ulteriori motivi. Ciò è tanto più vero in quanto gli standard sanitari sono molto severi. D'altra parte, è consigliabile stare attenti se si mangia il salmone catturato da soli, in particolare intorno al Lago di Ginevra.

Altri parassiti presenti nel pesce crudo devono essere temuti. Questo è in particolare il caso dell'anisakis, una larva di verme che non può resistere per più di tre giorni allo stomaco ma può provocare allergie e talvolta indigestione grave. La maggior parte dei casi di anisakiasi si verificano in Giappone o in Australia, ma alcuni anni fa un portoghese ha avuto l'onore di una pubblicazione nella Casi BMJ. In Francia, il numero di casi è stimato in una dozzina all'anno. Nei casi più gravi, le larve devono spesso essere rimosse mediante endoscopia.

Una settimana nel congelatore

In generale, qualsiasi consumo di carne cruda - manzo, maiale, pesce - comporta un rischio basso ma reale di contrarre parassiti alimentari. È quindi meglio congelare il pesce fresco prima del consumo per eliminare le larve di parassiti. L'Istituto Pasteur di Lille consiglia un soggiorno di una settimana nel congelatore, a -20 ° C. Nei ristoranti che servono pesce crudo, questo trattamento di inattivazione è obbligatorio.

Prendendo queste precauzioni, il consumo di pesce crudo è sicuro. Resta l'aspetto psicologico, che ognuno gestisce nel miglior modo possibile ... E per le foto, vai QUI e LA. Buon appetito.

Video: Non guardare 1 !!!la cosa più schifosa del video. .don't look (Febbraio 2020).