Telemedicina: avvio di negoziati sul prezzo delle consultazioni

I sindacati dei medici liberali e l'assicurazione sanitaria iniziano i negoziati giovedì. L'obiettivo? Definire il prezzo delle consultazioni sulla telemedicina.

Consulta il suo medico o uno specialista tramite una webcam e vedi la sua consulenza rimborsata: questo dovrebbe presto essere diffuso in Francia. Il governo vuole sviluppare la telemedicina, che deve aiutare a combattere i deserti medici. I sindacati dei dottori liberali e il National Health Insurance Fund (CNAM) si incontrano giovedì per negoziare. Si tratta di definire la portata di questo nuovo tipo di medicina e determinare le tariffe.
Da oggi verranno discussi due tipi di consultazioni online: i teleconsulti, che sono consultazioni mediche a distanza e le tele-competenze, in questo caso è uno specialista che esprime la sua opinione dopo che gli è stato chiesto da un generalista. Le discussioni non riguardano il telemonitoraggio, che implica il posizionamento di dispositivi di monitoraggio nei pazienti.

Condizioni a lungo termine, prima rimborsate

Dalla parte della CNAM, l'obiettivo è iniziare rimborsando i pazienti con malattia a lungo termine. Alcuni non sono mobili o vivono in deserti medici, il teleconsulto potrebbe migliorare la qualità delle loro cure. Perché per la CNAM, l'obiettivo è evitare un'esplosione di consultazioni e quindi costi.
I sindacati liberali dei medici chiedono che vengano prese in considerazione le spese di finanziamento delle attrezzature. La CNAM ritiene che questo tipo di consultazione dovrebbe essere remunerata come una consultazione tradizionale. Per i sindacati dei medici liberali, il prezzo deve variare a seconda che si tratti di un semplice parere medico o di un referto medico.

I negoziati dovrebbero durare fino alla fine di marzo.

Video: Fastweb sperimenta la telemedicina: la sanità diventa digitale! (Ottobre 2019).