Il consumo di prodotti alternativi al fumo porta gli adolescenti a fumare

Sigaretta elettronica, tabacco da masticare o tabacco da masticare: nei giovani, questi prodotti promuoveranno il fumo un anno dopo.

Il 90% dei fumatori ha fumato la prima sigaretta a 18 anni. Per gli scienziati, c'è una vera sfida per capire cosa può promuovere il fumo tra i più giovani.
Ricercatori statunitensi hanno appena pubblicato uno studio su JAMA Pediatrics, che mostra che il consumo di prodotti del tabacco alternativi tra gli adolescenti, come le sigarette elettroniche, il tabacco da masticare e il tabacco da masticare, favorisce il passaggio al fumo un anno dopo.

Prodotti sempre più popolari

10.000 adolescenti di età compresa tra 12 e 17 anni hanno partecipato allo studio. L'autore principale dello studio Benjamin W. Chaffee spiega: "Ci siamo resi conto che i giovani che hanno provato a fumare in qualsiasi forma avevano più probabilità di diventare fumatori in seguito".
I prodotti analizzati dai ricercatori erano tabacco senza fumo, che è masticato, narghilè, sigari e sigarette elettroniche. Quest'ultimo è sempre più popolare tra i giovani, ormai da diversi anni. Più adolescenti usano i derivati ​​delle sigarette, più è probabile che diventino fumatori in seguito.
All'inizio di gennaio, un altro studio pubblicato dal Journal of American Medical Association ha mostrato che i giovani che fumano sigarette elettroniche hanno due o tre volte più probabilità di fumare rispetto a quelli che non hanno mai fumato la sigaretta elettronica.

Anche se contiene poca o nessuna nicotina, la sigaretta elettronica può indurre un comportamento di dipendenza, legato al gesto, che può quindi portare al fumo.

Video: The War on Drugs Is a Failure (Novembre 2019).