Raw Water, un'acqua di sorgente non trattata ma anche una moda pericolosa negli Stati Uniti

La moda abbagliante di acque non filtrate consegnate direttamente al consumatore e avviata dalla società "Raw Water" è di gran moda negli Stati Uniti tra coloro che vogliono un ritorno "alla fonte". Marginale per anni, l'espansione del metodo suscita certamente i primi effetti collaterali nei bevitori di acqua fresca, ma non biologicamente indenne ...

Siamo al 70% di acqua. Questo per dire l'importanza della bevanda per la nostra vita quotidiana. Bere è anche un termine improprio poiché nel cibo che consumiamo ogni giorno c'è una quota molto importante di acqua: il 90% in frutta e verdura, ma anche il 70% in carne o pesce e persino il 34% nel pane ...

Le acque non filtrate sono sempre più messe in discussione negli Stati Uniti, il che rallenterà l'inevitabile arrivo di questa moda in Francia. Diversi casi di infezioni alimentari sono stati collegati a bottiglie d'acqua non filtrate che l'azienda Raw Water consegna su richiesta ai suoi clienti in un packaging molto bello. Il che offusca in qualche modo l'immagine di salute splendente del fondatore che appare in molti annunci in rete. La contaminazione è facile da capire. Tutti gli amanti della montagna sanno perfettamente che bisogna stare attenti alle chiare fonti d'acqua senza essere certi che l'acqua non sia stata sporcata dallo sterco di animali a monte. Questi incidenti sembrano dimostrare che quest'acqua non beneficia di tutte le analisi biologiche indispensabili e obbligatorie nel nostro paese per la commercializzazione.

Quale acqua bere?

Bere è un'esigenza vitale data l'importanza dell'acqua nella composizione del corpo. Senza mangiare, grazie alle sue riserve, possiamo sopravvivere dalle quattro alle cinque settimane. Senza acqua, moriremo tra tre o quattro giorni.

Dobbiamo quindi bere una grande quantità di liquidi ogni giorno e se troverai sempre alcuni ricercatori per esaltare le virtù mediche della birra o del vino, è chiaro che l'acqua pura rimane la soluzione migliore. Ma sorgono diverse domande. Innanzitutto, acqua di rubinetto o acqua minerale? Per anni, la professione medica francese ha trasmesso l'idea che, con pochissime eccezioni, soprattutto a causa dei nitrati agricoli, l'acqua del rubinetto era perfetta per il nostro consumo, anche per i biberon ... Tuttavia, secondo l'Organizzazione mondiale della sanità, Salute, 32 milioni di francesi consumano acqua il cui contenuto di piombo, ad esempio, è troppo importante. Potremmo anche parlare di nichel o arsenico altrettanto pericoloso e altrettanto presente nella nostra acqua di rubinetto. Per il momento, la situazione non è preoccupante e le conseguenze sono limitate a fare attenzione all'impianto idraulico di piombo - lasciare scorrere l'acqua per alcuni istanti prima di bere - o acquistare sistemi di purificazione rapida ...

Ma spiega la moda e soprattutto la straordinaria progressione delle acque minerali. Da qui la seconda domanda: acqua minerale ok ma quale?

L'unico consiglio che può essere dato è quello di alternare i marchi in modo da non rischiare di consumare troppo sale, magnesio o potassio, che variano nella composizione delle nostre acque minerali. Infine, nel dibattito "piatto" o "gas", saranno il gusto e la capacità di digerirli e non la medicina che guiderà la tua scelta!