Roche: Ocrevus, un nuovo farmaco approvato per la sclerosi multipla

Nella sclerosi multipla, l'autonomia del camminare si perde in media 18 anni dopo i primi sintomi. Da qui l'importanza di avere medicine fin dall'inizio. Questa è una delle indicazioni di questo nuovo prodotto da parte del laboratorio Roche che è stato appena approvato dalla Commissione Europea.

Dominique Farrugia è un uomo coraggioso, che ha deciso di pubblicizzare la sua lotta contro la sclerosi multipla ... Descrive una malattia "estenuante" che ti fa passare la vita con una spada di Damocle sopra la testa. Dobbiamo ancora congratularci con Dominique, perché grazie a lui questa malattia capricciosa, disabilitante e ancora un po 'misteriosa, è fuori dal tabù dell'anonimato.

Appare tra i 20 ei 40 anni, ma negli ultimi anni abbiamo vissuto nella speranza di farmaci efficaci, cosa che non era il caso in passato. Questo sembra essere il caso di questo nuovo farmaco, Ocrevus, approvato dalla Commissione europea per i medicinali e destinato alle prime fasi della malattia e ai suoi focolai evolutivi.

Interruzione di corrente inspiegabile

Come affermano i neurologi, gli specialisti in questa malattia possono essere paragonati a un guasto elettrico molto particolare. L'impulso nervoso è trasmesso da un'intera serie di fili elettrici - i nervi - che, partendo dal midollo spinale, che si potrebbe assimilare a un enorme cavo, vanno in tutte le parti del nostro corpo per dare ordini al nostro muscoli. Mi segui?

Un filo elettrico è sempre protetto da una guaina; C'è la stessa cosa per le fibre nervose. Questa guaina si chiama mielina. Ed è lei che è all'origine di questa malattia: quando è danneggiata, esattamente come in un circuito elettrico, i messaggi trasmessi dal nervo vengono rallentati, perdono la loro intensità e l'ordine che avrebbero dovuto portare alla cellula nervosa avviene in modo anarchico.

Poiché questo può influenzare qualsiasi nervo, quindi qualsiasi muscolo, i sintomi sono imprevedibili e un enigma per il medico. Disturbi della vista, dell'equilibrio, del dolore, della paralisi, ovunque agiscano i nervi, ovunque può colpire la sclerosi multipla. In realtà è tristemente semplice ... quando il neurologo non trova alcuna logica sui sintomi, pensa a questa malattia. Fa esami, in particolare la risonanza magnetica, che confermano

Si pensa ora che la sclerosi multipla sia una malattia autoimmune. Cioè, il corpo - la materia nervosa in questo caso - può essere auto-distrutto da un virus. Ma questa è solo un'ipotesi

La sclerosi multipla colpisce 70.000 persone in Francia. Due milioni nel mondo. Due donne per un uomo! Un'originalità, senza sapere davvero perché. È una malattia dall'aspetto progressivo e dall'evoluzione capricciosa. Vale a dire spinte irregolari.

Una ricerca molto attiva.

Questa è l'area più attiva della neurologia e le buone notizie si susseguono a un ritmo che non si trova altrove in questa specialità. Nuovi farmaci sono disponibili in Francia da alcuni anni, piuttosto riservati per la prevenzione delle ricadute, con, deve essere onesto, un rischio di effetti avversi potenzialmente gravi. Quindi li riserviamo per i casi più gravi. Ma, con i recenti arrivi di farmaci di prima linea, cioè dalla diagnosi, è un passo considerevole per combattere questa malattia che si deposita da anni.

E poi dobbiamo parlare di kines. Nella sclerosi multipla, sono quelli che intervengono più spesso e per il tempo più lungo. Perché, si deve essere consapevoli che la sclerosi multipla è la 2e causa di disabilità nei giovani adulti, subito dopo gli incidenti stradali. Un'evoluzione lenta ma costante. Si stima che l'autonomia del camminare si perde in media 18 anni dopo i primi sintomi.

Video: RUSSLAND: Charlotte Roche - EXTREM Bungeesprung mit Haken! Duell um die Welt. ProSieben (Novembre 2019).