L'antiepilettico durante la gravidanza aumenta il rischio di becco di lepre

Il farmaco antiepilettico ad alte dosi, il topiramato, durante il primo trimestre di gravidanza aumenta il rischio di sviluppare sblocchi del labbro leporino nei bambini, cioè il labbro leporino.

L'assunzione del topiramato antiepilettico durante il primo trimestre di gravidanza può essere pericolosa per il bambino. Assunto in dosi elevate, aumenta il rischio di sviluppare palatoschisi nei bambini, che è più comunemente noto come harelip.

Molti farmaci non devono essere assunti durante la gravidanza: possono essere pericolosi per la salute del bambino. Uno studio condotto da ricercatori americani mostra che il topiramato antiepilettico aumenta il rischio di labbro leporino. La ricerca è stata condotta dal Brigham and Women's Hospital di Boston. I ricercatori hanno studiato poco più di un milione di nascite tra il 2000 e il 2010, che sono state divise in tre gruppi: il primo gruppo era composto da donne che hanno ricevuto un trattamento a base di topiramato durante il loro primo trimestre di gravidanza, la seconda donna dopo aver assunto un altro farmaco antiepilettico (lamotrigina), l'ultimo gruppo è stato formato dalle donne che non hanno preso nulla.

Maggiore è il dosaggio, maggiore è il rischio

Il rischio di palatoschisi era circa tre volte più elevato per le donne che assumevano topiramato durante i primi tre mesi di gravidanza, rispetto alle donne che non avevano assunto alcun trattamento o lamotrigina. Il rischio tuttavia varia a seconda del dosaggio, è del 2,1 per mille nascite, quando il farmaco viene assunto alla dose giornaliera di 100 mg. Aumenta al 12,3 per mille nascite se assunto alla dose giornaliera di 200 mg.

Sul suo sito web, il centro di riferimento sui teratogeni, il cratere, informa sui rischi associati all'assunzione di questo farmaco durante la gravidanza. Si raccomanda, se possibile, di somministrare un altro trattamento durante la gravidanza o l'allattamento.