Latte contaminato ancora in vendita a Leclerc, fabbrica Lactalis Craon ripetutamente infetto, guasti a tutti i livelli

Il gruppo Leclerc ha venduto scatole di latte contaminato Lactalis, anche se avrebbero dovuto essere rimosse. Anche un latte raccomandato per la sostituzione è stato contaminato. L'impianto di Lactalis a Craon è stato contaminato più volte con lo stesso ceppo di salmonella.

L'ottavo rimbalzo nel caso di latte per bambini contaminato prodotto da Lactalis. Venerdì scorso, una madre ha trovato sugli scaffali di un supermercato Leclerc, una scatola di latte contaminato. Anche se questi prodotti dovrebbero essere stati richiamati lo scorso dicembre.
Un'altra madre acquistò il latte, raccomandato invece da Lactalis dopo i lotti contaminati ricordati, tranne per il fatto che suo figlio si ammalò perché anche questo latte era contaminato.
Inoltre, è stato appreso che l'impianto di Lactalis a Craon era contaminato con lo stesso ceppo di Salmonella che ha causato la contaminazione del 2005. Probabilità o risorgiva del ceppo a seguito del lavoro condotto nel febbraio 2017 Questo è ciò che determinerà l'indagine.

Altre scatole di latte contaminato sugli scaffali

Settecentottantadue persone hanno acquistato latte contaminato a Leclerc dopo dicembre 2017, poiché 984 scatole non sono state rimosse dagli scaffali. Secondo il CEO del gruppo, Michel-Edouard Leclerc, i clienti sarebbero stati tutti richiamati tramite il loro conto fedeltà o tramite la loro banca.
Spiega nelle colonne di Parisien: "I dati che ci raggiungono sui lotti incriminati sono elencati con codici a barre. Ciò richiede un meticoloso monitoraggio in negozio. ... (in occasione della corsa di fine anno) si è verificata una saturazione eccessiva di informazioni, un problema di smistamento e interpretazione ". L'imprenditore ha assicurato che avrebbe sopportato le conseguenze di questo fallimento.

Anche il latte sostitutivo è stato contaminato

Nel nord, una donna acquistava anche latte contaminato, tranne per il fatto che non era uno dei lotti ricordati. Ha testimoniato su RTL questa settimana.
Aveva scelto questo latte perché era stato raccomandato da Lactalis per sostituire quello contaminato. Ma la varietà di Salmonella che la contamina è la stessa per entrambi i prodotti.

Una pianta contaminata con ripetizione

Lo stabilimento di Craon aveva già avuto un problema di contaminazione nel 2005 secondo i nostri colleghi, sapendo che all'epoca era di proprietà di un'altra società. Secondo l'Istituto Pasteur che ha condotto le analisi, tutti sembrano indicare che il ceppo di Salmonella agona responsabile dell'episodio 2017, deriva da quello del 2005. Due proprietari diversi per lo stesso ceppo. Si discute dell'ipotesi di una ripresa della tensione durante il lavoro svolto nel febbraio 2017. Ma sembra plausibile per molti esperti.
Trentuno bambini sono stati infettati a seguito dell'ingestione di latte Lactalis. Decine di genitori hanno in programma di presentare reclami individualmente nelle prossime settimane per non assistenza alla persona in pericolo, per bambini che non sono stati malati, e per mettere in pericolo la vita di altri e lesioni involontarie, per coloro che sono stati ricoverati in ospedale.

Malfunzionamenti a tutti i livelli che richiedono una revisione delle procedure di controllo negli usi nella produzione e distribuzione di alimenti per lattanti.

Video: Francia: lo scandalo del latte contaminato si allarga (Novembre 2019).