Nuove battute d'arresto nel trattamento della malattia di Alzheimer: sempre più pazienti, sempre meno farmaci ...

Il laboratorio di Lundbeck pubblica risultati deludenti di un trattamento che sembrava promettente, unito all'annuncio da parte del primo laboratorio al mondo, Pfizer, di interrompere la ricerca su questa malattia per concentrarsi su altre patologie, illustra il paradosso di un male il cui numero di persone è in costante crescita e la povertà delle soluzioni proposte. Ma non dobbiamo arrenderci e soprattutto seguire prima e prima.

Una serie di segni

A causa dell'invecchiamento della popolazione e delle sue conseguenze, la malattia di Alzheimer è diventata uno dei problemi di salute più gravi per il nostro Paese. La malattia di Alzheimer fa paura. Questo è ciò che era noto come "deterioramento" ... Oggi sappiamo che è un processo molto complesso che si traduce in una sorta di esfoliante della propria vita al contrario.

La paura suscitata da questa malattia rende la diagnosi un po 'assurda, specialmente nelle conversazioni tradizionali.

Dobbiamo sapere come rilevare i segnali di pericolo che devono essere temuti:

- Perdita graduale delle capacità decisionali

- Difficoltà nell'integrazione di nuove conoscenze

- Difficoltà nell'esecuzione di attività quotidiane

- Problemi linguistici

- Difficoltà di ragionamento

- Cambio di personalità e perdita di motivazione

- Problemi di memoria riguardanti fatti recenti e poi più vecchi

- Disorientamento nel tempo e nello spaziola persona che soffre non sa che giorno è e dove si trova.

Ma attenzione, è l'associazione e la ripetizione di molti di questi disturbi che devono allertare.

Queste modifiche di alcuni dettagli della vita quotidiana avvertiranno l'entourage, ma il medico di famiglia sarà quindi in grado di aiutare una consultazione in un centro specializzato nella memoria, per rassicurare tutti coloro che - mal informati - sono preoccupati, sulla cinquantina, per la perdita di un mazzo di chiavi o l'oblio di un appuntamento. Per smarrire le chiavi o arrivare in ritardo per un appuntamento è disordine o maleducazione, certamente non il morbo di Alzheimer.

Ci sono due ragioni molto diverse per questi atti involontari. Il più logico è, senza dubbio, la mancanza di attenzione che non ci consente di ricordare. Un piccolo sforzo di concentrazione semplifica la ricostruzione della storia. Nella malattia di Alzheimer, d'altra parte, esiste un meccanismo, ora sconosciuto, che impedisce la stampa della memoria sul nostro disco rigido, che tuttavia funziona molto bene.

Errore di diagnosi

È necessario essere molto precisi nella ricerca e nell'analisi dei segni perché si può sbagliare sulla diagnosi del morbo di Alzheimer: una depressione nervosa grave e mal trattata può portare a un degrado della coscienza che ricorda molto lì ... E una depressione viene trattato molto bene a differenza dell'Alzheimer, che purtroppo non conosce alcun trattamento.

C'è anche quello che viene chiamato demenza vascolare. Il risultato è un po 'lo stesso ma la causa è diversa. Nella malattia di Alzheimer, ci sono cambiamenti nel cervello che sembrano bloccati in una specie di colla che saremo in grado di sbarazzarci di un giorno. Per tutto ciò che è vascolare, è la circolazione sanguigna che non fa totalmente il suo lavoro e non si evolve allo stesso modo.

Al momento non esiste un singolo test per determinare se una persona ha il morbo di Alzheimer.

Questo è il motivo per cui i medici, anche quando sono quasi certi della diagnosi, parlano di "probabile malattia di Alzheimer". Ma in effetti quando prendiamo migliaia di casi ci rendiamo conto che questa diagnosi era accurata, secondo gli studi, nel 90% dei casi identificati. Possiamo anche concludere che nel 10% dei casi era sbagliato ...

La ricerca ha bisogno di pazienti all'inizio della malattia

Dobbiamo continuare lo sforzo di screening perché la ricerca si sta concentrando proprio sull'inizio della malattia per proporre finalmente una soluzione efficace; e questi pazienti sono difficili da trovare.

Infine, la diagnosi precoce non è solo una questione di trattamento, ma piuttosto un diritto, semplicemente ... Il diritto di sapere, il diritto di non perdere tempo a realizzare un ultimo sogno, di avere un'ultima conversazione sostanziale, il diritto di trasmettere. Pochi mesi di vittorie in questo momento della vita sono l'eternità.