Come funziona il cervello?

Il professor Jean Bernard è probabilmente la più brillante intelligenza medica che abbia mai incontrato. Di fronte ai misteri del cervello, dopo 70 anni di ricerca, ha formulato tre ipotesi.

Materialista

Il primo, più materialista è dire che la conoscenza degli ormoni secreti dal nostro corpo sta diventando sempre più precisa, è probabile che nei prossimi 30 anni saremo in grado di rispondere alla maggior parte dei nostri interrogatori. Fornendo prove biologiche sull'esistenza di meccanismi e circuiti che oggi ci sfuggono. È vero che esistono già importanti conseguenze con successo anche nel trattamento dell'esaurimento nervoso. Tutto sarebbe sotto il controllo di queste sostanze, i neuromediatori, che controllano in remoto gran parte della nostra vita interiore. Rassicurante ma può essere un po 'ottimista.

Manca un concetto da capire

La seconda ipotesi è che manca un concetto da capire. E che in assenza di questo concetto tutti i nostri sforzi sono un po 'irrisori. Cosa mi piace tradurre con la seguente immagine. Siamo nella situazione di uno scimpanzé, felici di renderci conto che ruotando un bullone in una direzione, viene rimosso e nell'altra direzione viene fissato. Una scoperta interessante, travolgente anche per uno scimpanzé. Sì, ma ora, ciò che il primate non capiva è che questo bullone è parte integrante dei motori di maggior successo, ad esempio quello di una Ferrari. E, semplicemente comprendendo l'utilità del bullone, il nostro scimpanzé è ancora lontano dal concetto di iniezione elettronica ancora di più dello scopo della macchina. Bene affrontiamo la comprensione del nostro cervello, non siamo lontani da questo scimpanzé davanti al suo motore. Prendi la memoria, ad esempio, in realtà siamo solo frammenti della semplice comprensione della memoria ...

Filosofico

La terza ipotesi è quella dei filosofi. Ci sono due flussi di pensiero. Il più semplice di tutti, credenti, è dire che il giorno che Dio ha deciso, capiremo il mistero. Un po 'facile Preferisco la brillante analisi di Jacques Monod, che ha vinto il premio Nobel per la medicina. In sintesi, dice, "l'oggetto non può essere il soggetto". Chiaramente, poiché è il cervello, il cervello non può mai capire o spiegare il cervello ...

Video: Il cervello. Documentario. (Settembre 2019).