Il gergo medico usato dai medici è pericoloso per il paziente.

Uno studio condotto dall'inglese mostra che i termini medici usati dai dentisti interrompono la comunicazione. Lo stesso studio condotto tra i medici avrebbe probabilmente ottenuto gli stessi risultati. Ma questo "gergo medico" come lo chiamano i dottori, non esiste per caso ...

Lo studio pubblicato dal British Dental Journal conclude che molti pazienti hanno difficoltà a comprendere e spiegare la terminologia comunemente usata e che "è essenziale che tutti i clinici modifichino la loro lingua in modo appropriato durante le consultazioni per fornire informazioni in modo globale, per educare i pazienti sulle loro condizioni, consentendo in tal modo un processo decisionale informato da parte dei pazienti. "

Chi non ha sentito il suo medico in Francia, spiega le sue condizioni con termini incomprensibili? È una costante di dottori. Tutte le generazioni si sono unite, perché il problema non risale a ieri e può essere considerato come una sorta di "cospirazione", che si perpetua nel tempo, senza che la medicina moderna ne sia veramente consapevole.
In precedenza i dottori parlavano latino. Molière ha disegnato alcune repliche gustose. Ma questa lingua non era solo pedante. Ha permesso, rendendo incomprensibile per la maggior parte dei pazienti mantenere il potere reale. Temiamo ciò che non capiamo.

Un giorno, un re di Francia, decise che i medici non dovevano più usare questa lingua, pena le pesanti penalità. I dottori dell'epoca, per mantenere questo potere senza infrangere la legge, decisero di passare dal latino al linguaggio scientifico, ugualmente impervio. Il "gergo medico" è nato ... E da quando la decisione "politica" è diventata una tradizione

Insopportabile per i pazienti

Al tempo dei social network e dove il paziente non può sopportare - giustamente - di non capire cosa gli succede o cosa gli viene fatto, questa cattiva abitudine non è più sopportabile. Soprattutto perché sappiamo che la comprensione significa la maggior parte del tempo efficienza ...

Ma non vengono ancora fatti studi medici per correggere le riprese e questo può essere solo una consapevolezza individuale. I pazienti a richiederlo.

Uso improprio di termini medici

Soprattutto perché il problema è complicato singolarmente con la diversione dei termini medici nel linguaggio popolare.

Ad esempio in psichiatria: il mondo moderno è molto affezionato alla psichiatria, si è divertito a leggere le descrizioni delle malattie per adattarsi, un po 'veloce e gli abusi nel linguaggio popolare, lontano dalla loro definizione medica.

Quindi un po 'di sfiducia e diventiamo rapidamente "paranoici". Mentre la paranoia è una morbosa sfiducia. Per ridere, potremmo definire il paranoico come quello che quando guardano i giocatori di rugby litigare penseranno immediatamente: "Ehi, parleranno ancora di me". Quindi, se tuo marito vuole sapere dove hai pranzato a mezzogiorno, non è "paranoico" ... solo sospettoso o geloso.

Un altro esempio, il maniaco non è in psichiatria che classifica troppo bene il suo ufficio o che vaga la sua auto nei fine settimana. Questo è solo meticoloso. No, il maniaco è in psichiatria, una grave forma di depressione, quindi niente da vedere ... Prendi lo schizo, non è l'ospite un po 'distante da un pasto con gli amici ma un individuo isolato, indifferente a lodare o i critici che vivono precisamente senza amici in un isolamento sociale quasi totale. Un'altra parola d'ordine è il compulsivo che, in psichiatria, è un perfezionista le cui, ad esempio, le difficoltà nel completare un lavoro sono quasi insormontabili. Non il semplice nemico degli scarafaggi, ma il notevole indeciso che ha una follia di dubbio, un alto requisito morale e un'eccessiva rigidità riguardo alle questioni etiche. La psichiatria, come tutte le discipline mediche, ha definizioni estremamente precise che devono essere spiegate in termini semplici. Ed è un peccato per il semplice piacere di una buona parola deviare la precisione ... o almeno così deve essere fatto per tutte le aree della medicina. E dire di una persona che arrossisce "è troppo vascolarizzato" o di invitare un amico a cena: "vieni da me per farti massaggiare le articolazioni temporomaxillari".