France Gall una lotta di 24 anni contro il cancro al seno

Mentre la sua lotta si è conclusa con la morte della cantante, dobbiamo ricordare, per tutte le donne che combattono contro questa malattia, che la remissione è durata più di 20 anni e che le prospettive di guarigione aumentano ogni anno proporzioni molto importanti.

Prime cifre fornite dal National Cancer Institute.

Numero di nuovi casi stimati di carcinoma mammario nel 2015: 54 062.

Età media alla diagnosi nel 2012: 63 anni.

Quasi l'80% dei tumori al seno si sviluppa dopo 50 anni.

Numero di decessi per cancro al seno stimato nel 2015: 11 913.

Età media alla morte nel 2012: 73 anni.

Sopravvivenza netta (cioè quello che vedremmo se l'unica causa di morte per le persone con cancro fosse il cancro) per le donne diagnosticate tra il 1989 e il 2010: 85% a 5 anni, 76% a 10 anni.

La storia della Francia Gall, quella di centinaia di migliaia di donne

Suo marito, l '"amore della sua vita", come le piaceva raccontare, Michel Berger crolla nell'estate del 1992, vittima di un infarto, durante una partita di tennis giocata in pieno sole. Una morte brutale, inaspettata, che provoca uno shock "fisico" alla cantante, che sarà responsabile per il cancro al seno che viene diagnosticato l'anno successivo.

Che dire del cancro al seno e dello shock emotivo? Questo è ovvio per molte persone con questa malattia. È diventata, per molti, una certezza ... eppure confutata da studi epidemiologici sul cancro in generale: gli scienziati non trovano alcun legame statistico significativo tra decessi, divorzi o altri shock psicologici. I medici a cui piace avere ragione hanno una risposta logica: la comparsa del cancro si verificherebbe all'età in cui si subiscono decessi, shock ... In sintesi dopo la quarantena.

E la medicina mette anche in dubbio il successo della guarigione, la forza psicologica e il desiderio di curare il cancro. Questo è un caso che non è così chiaro come vorrebbe far credere l'epidemiologia.

L'evoluzione del cancro

La diagnosi viene fatta nel 1993. France Gall ha 46 anni ed è supportata dai trattamenti più efficaci in quel momento. Va ricordato che da allora la ricerca ha compiuto notevoli progressi, in particolare con una migliore conoscenza del tumore e della sua prognosi, nonché della disponibilità di molti nuovi trattamenti. Questo spiega che il numero di cure sta migliorando di anno in anno. È stato stimato nel 2016 che il 90% dei tumori individuati in anticipo, vale a dire senza estensione, guariti

Le recidive.

Ora, quando diagnosticano il cancro al seno, i medici parlano di malattie croniche per insegnare alle donne che la loro lotta contro la malattia sarà lunga e forse smaltata con ricorrenze che non segnano affatto la fine della lotta.

I medici parlano molto raramente di guarigione. Preferiscono parlare di perdono. Ciò significa che le donne vivono permanentemente con una spada di Damocle sopra la testa. Perché questi due termini non hanno nulla a che fare. Essere in remissione significa che non c'è traccia della malattia dopo il trattamento, ma la minaccia di ricorrenza non è esclusa. Curare è liberarsi delle recidive per un periodo stimato in 15 anni per il cancro al seno.

Per quanto riguarda France Gall, abbiamo parlato di recidiva nel 2015, 22 anni dopo il trattamento iniziale del suo cancro, minando la nozione di guarigione dopo 15 anni. A questi due commenti. Solo i suoi dottori sanno se si è ripresentata negli anni precedenti senza aver sentito il bisogno di farlo conoscere. Quindi potrebbe aver avuto un altro tumore da quando è morta per insufficienza respiratoria all'ospedale americano di Neuilly. Cancro polmonare correlato alla radioterapia che faceva parte del suo trattamento per il cancro al seno? Metastasi polmonari di una recidiva di questo tumore al seno? Infezione respiratoria dovuta a cattive condizioni generali? Queste sono solo ipotesi ...

Ma soprattutto è necessario riconoscere e salutare un'insolita forza vitale che non ha smesso di animarla durante questi anni di combattimento.

Video: La storia di Steven: 22enne malato di cancro abbandonato dallo Stato, ma non dalla sua azienda (Novembre 2019).