Carcinoma polmonare: screening del rischio individuale superiore alla TC polmonare

Per rilevare il carcinoma polmonare, lo scanner polmonare è preferito negli Stati Uniti e non in Francia. Un nuovo rapporto del Tufts Medical Center contesta questa strategia sostenendo lo screening basato sul punteggio di rischio individuale.

Lo screening per il carcinoma polmonare a rischio individuale ha il potenziale per salvare più vite rispetto alle attuali raccomandazioni della US Preventive Services Task Force (USPSTF) che utilizzano scansioni polmonari.
L'USPSTF raccomanda lo screening annuale del carcinoma polmonare a basse dosi per le persone di età compresa tra 55 e 80 anni che fumano o smettono negli ultimi 15 anni.
Ciò può essere spiegato dal fatto che questi criteri non includono altri soggetti ad alto rischio con carcinoma polmonare che sarebbero stati selezionati da singoli calcolatori del rischio che considerano solo le caratteristiche demografiche, cliniche e del fumo.

Il rapporto costo-efficacia cambia il gioco

La maggior parte delle raccomandazioni attuali per lo screening del carcinoma polmonare, comprese quelle per USPSTTF, utilizzano criteri di screening basati sui risultati del test polmonare nazionale.
I ricercatori del Tufts Medical Center hanno confrontato il rapporto costo-efficacia di diversi tipi di screening stimando gli anni di vita adeguati alla qualità di queste strategie (QS). Gli autori spiegano che il carcinoma polmonare è ancora uno dei tipi più mortali di cancro negli Stati Uniti e che la diagnosi precoce e il trattamento sono un modo efficace per migliorare l'aspettativa di vita.

Sebbene l'identificazione delle persone da sottoporre a screening sia basata sul rischio individuale basato su un punteggio di rischio maggiore della scansione TC, la vera domanda è perché lo screening, indipendentemente dal suo metodo, non sono soggetti a screening il più delle volte.

Video: Google Keynote Google IO'19 (Novembre 2019).