Focolaio di influenza: aumento dell'80% del pronto soccorso ... traboccante

L'epidemia di influenza invernale rimane moderata per il numero di pazienti colpiti, ma è notevole per la sua grande brutalità di installazione. Al tempo delle vacanze dei medici, questa velocità di installazione è il telescopio, nel bambino, con le altre epidemie, le urgenze sono straripate.

Secondo l'ultimo settimanale settimanale della rete di sorveglianza dell'influenza, la rete Sentinel, per la settimana dal 25 al 31/12/17, l'epidemia di influenza continua nella Francia continentale, la Corsica è rimasta nella situazione pre-epidemica.

Non ancora al culmine

Nella Francia metropolitana la scorsa settimana, il tasso di incidenza di malattie simil-influenzali osservate nella consultazione medica generale è stato stimato in 527 casi per 100.000 abitanti, o 343.000 nuovi casi per la settimana. Durante queste 3 settimane di epidemia di influenza, 704 000 persone avrebbero consultato un medico di medicina generale per questo motivo.
A livello regionale, i più alti tassi di incidenza sono stati osservati in Provenza-Alpi-Costa Azzurra (778 casi per 100000 abitanti), Alvernia-Rodano-Alpi (683 casi) e Normandia (593 casi). Quasi tutte le aree metropolitane hanno una forte attività, tranne la Corsica. L'età media è di 30 anni e la malattia colpisce sia gli uomini che le donne. Il virus più spesso riscontrato è il virus A (H1N1) incluso nel vaccino dell'anno, seguito da A (H3N2).

Un'epidemia senza grandi pericoli

Il numero di persone che hanno visto un medico generico per l'influenza è aumentato da 355.000 a 704.000 la scorsa settimana. Un'epidemia nei limiti del solito quindi, ma il picco dell'influenza non viene raggiunto e la frequenza delle consultazioni in medicina dovrebbe continuare ad aumentare nelle prossime settimane.
Ciò che è piuttosto insolito quest'anno è il rapido aumento del numero di visite al pronto soccorso nelle ultime 3 settimane: nella settimana dal 25 al 31 dicembre, Santé Publique France ha registrato quasi 11.500 visite al pronto soccorso per influenza o ILI, con un aumento di oltre l'80% rispetto alla settimana precedente. Nessuna mortalità in eccesso

Nessuna mortalità eccessiva

Public Health France riporta 31 decessi dal 1 ° novembre, principalmente tra i casi gravi di influenza ammessi alla terapia intensiva.
La percentuale di ricovero rimane bassa (0,2%).
A questo proposito, l'agenzia ricorda che c'è ancora tempo per vaccinarsi. Anche se la protezione del vaccino non gioca al 100%, sappiamo che la maggior parte dei pazienti più gravi, che sono in terapia intensiva, sono pazienti che non sono vaccinati.

Altre epidemie concomitanti

Lo scoppio della gastroenterite è aumentato anche nel territorio rispetto alla settimana precedente. Sette regioni sono ora in fase epidemica (Hauts-de-France, Grand Est, Alvernia-Rodano-Alpi, Occitania, Provenza-Alpi-Costa Azzurra e Corsica), sei nella fase pre-epidemica e solo una rimane risparmiata (Paesi della Loira).
Anche l'epidemia di bronchiolite che colpisce i bambini sotto i due anni sta progredendo: ha causato 4.600 visite al pronto soccorso e 715 visite SOS Médecins (rispettivamente il 6 e l'11% in più rispetto alla settimana precedente). Tutte le regioni sono nella "fase epidemica", ad eccezione dell'Île-de-France, che è emersa dopo essere stata colpita prima delle altre regioni.

Quando vedere un dottore?

All'inizio di questi sintomi, non è necessario correre in ospedale o dal medico. Promuovere una consultazione con il medico se è un bambino, se sei incinta o se hai più di 65 anni o in caso di malattia cronica (diabete, insufficienza cardiaca, respiratoria o renale ...)
Dovrebbe anche essere consultato se c'è un improvviso aggravamento e nessun miglioramento dopo 72 ore.

Quando andare alle emergenze?

D'altra parte, è necessario andare direttamente al pronto soccorso se l'influenza sembra molto aggressiva con febbre alta a più di 40 ° C o scarsamente supportata e in caso di segni insoliti: mancanza di respiro a riposo o difficoltà di respirazione, tosse produttiva con espettorato d aspetto purulento, senso di oppressione al petto, notevole difficoltà di movimento, torcicollo, sensazione di confusione, convulsioni.

Anche se non vai al pronto soccorso "per niente", l'influenza non è ovviamente una malattia da prendere alla leggera.