Nelle donne, la mortalità per cancro al polmone dovrebbe superare la mortalità per cancro al seno

Un rapporto di Public Health France riporta sul cancro nel 2017 per delineare il futuro di queste malattie e la loro gestione. Tra gli insegnamenti, il cancro al polmone sta diventando la principale causa di morte nelle donne, rispetto al cancro al seno, che è più comune.

Il tempo è scaduto, soprattutto per i tumori. L'obiettivo di Public Health France è quello di anticipare i futuri tumori a breve termine, nonché i potenziali decessi che ne conseguono.
L'insegnamento principale di questo rapporto interviene sul lato dei tumori della donna. Un "leader" di lunga data nelle classifiche, il cancro al seno non dovrebbe più rimanere in testa in termini di mortalità indotta. I notevoli progressi medici e terapeutici associati alla migliore prevenzione hanno effettivamente frenato la mortalità che ne risulta.
A ciò si aggiunge l'arrivo in vigore di una piaga che ha spazzato il sesso femminile per diversi decenni: il cancro ai polmoni. La spiegazione è semplice, le donne fumano sempre di più e più giovani.

Status quo per uomini

L'altro sesso ha avuto 214.000 nuovi casi di cancro nel 2017. I più frequenti rimangono sostanzialmente gli stessi: cancro alla prostata (48.400 nuovi casi stimati nel 2013, nessuna proiezione possibile per il 2017), polmone (32.300 nuovi casi nel 2017) o colon-retto (24.000 nuovi casi). Gli uomini soccombono di più al cancro del colon rispetto alle donne. Di fatto, dei 150.000 decessi dell'anno, 84.000 erano uomini, pari al 56%.
Ma l'uguaglianza è almeno efficace nella malattia. Se il cancro alla prostata è il più comune, è uno dei più curati perché il più mortale nel maschio rimane, ancora una volta, il cancro ai polmoni.

Va ricordato, tuttavia, che queste proiezioni riflettono ipotesi e possono essere convalidate da tendenze successive che saranno pubblicate nel 2019.