Problemi di memoria: anziani, entra in palestra!

L'esercizio fisico è buono per la forma, per il cuore, per la circolazione, ma anche per la memoria. L'American Neurology Association raccomanda due sessioni di allenamento a settimana per le persone con deficit cognitivo lieve.

Muoviti! Fa bene alla memoria Se l'esercizio fisico aiuta a mantenersi in forma, aiuterebbe anche a mantenere la memoria. Le persone anziane perdono parte della loro funzione cognitiva mentre invecchiano, questo è un fenomeno comune.
Non si tratta di demenza, ma di disturbi lievi come difficoltà nella comprensione delle informazioni lette o nell'esecuzione di alcuni compiti difficili. Ma non è un problema lavare o nutrire, come nel caso della demenza.
Fare due sessioni sportive alla settimana aiuterebbe a combattere questi lievi problemi cognitivi, secondo l'American Neurology Association.

Nessun trattamento efficace per i disturbi cognitivi

Numerose raccomandazioni sono pubblicate su Neurology, il Journal of American Academy of Neurology. I medici dovrebbero raccomandare che i loro pazienti con deficit cognitivi si esercitino due volte alla settimana come parte di un approccio globale di gestione dei sintomi.
L'associazione ricorda che nessun trattamento o farmaco è stato dimostrato efficace nel trattamento dei disturbi cognitivi. Nessuno studio a lungo termine di buona qualità mostra che le facoltà di pensiero o i problemi di memoria sono stati migliorati.

"È davvero una buona notizia che l'esercizio fisico può migliorare la memoria, perché è qualcosa che tutti possono fare e, naturalmente, ha effetti più positivi", ha detto il ricercatore capo Ronald. C. Petersen, membro dell'American Neurology Association. In tutto il mondo, oltre il 37% delle persone con più di 85 anni è affetto da disturbi cognitivi.

Video: BODYBUILDER PIU' VECCHIO AL MONDO 104 ANNI Manohar Aich (Settembre 2019).