L'epidemia di influenza è diffusa in Europa e gli ospedali sono sopraffatti

L'epidemia di influenza, più intensa dell'anno scorso, è ora diffusa in tutta Europa. Ha raggiunto l'apice nell'Haut-de-France e gli ospedali nella regione di Parigi sono sopraffatti ... mentre l'epidemia di gastroenterite sta arrivando.

Con emergenze sature, i medici e gli operatori sanitari hanno bisogno di aiuto. A Parigi, il Dipartimento di assistenza pubblica ha rafforzato a livello 2 il piano "epidemie invernali" in tutti gli ospedali di assistenza pubblica nella regione di Parigi, una regione in cui il picco dell'epidemia di influenza non è ancora raggiunto, ma dove arriva la gastroenterite.
In Europa, tutti i paesi sono colpiti, ma l'epidemia predomina in Occidente. Il principale virus influenzale, il virus A (H1N1) coesiste con altri virus A e B inclusi nell'attuale vaccino. Nonostante molti ricoveri ospedalieri, nessuna mortalità eccessiva è correlata all'influenza rispetto allo scorso anno.

L'epidemia sta crescendo a Parigi

Con 510 casi di influenza segnalati per 1000 abitanti nell'Ile-de-France, gli ospedali nella regione di Parigi dovrebbero rafforzare le loro misure organizzative per far fronte a un nuovo picco di consultazioni programmate questo fine settimana.
"Il numero di ricorso alle emergenze per l'ILI è molto elevato, superiore a quello osservato al culmine dell'epidemia lo scorso anno, sia per gli adulti che per la pediatria", ha affermato l'AP-HP in una nota.
Si tratta di "far fronte alla situazione attuale e continuare a organizzare l'accoglienza dei pazienti dopo il lungo weekend di Natale", ma soprattutto "anticipare un nuovo picco di attività. probabilmente durante il fine settimana di Capodanno.

Livello 2 del piano "epidemia invernale"

Il livello 2 del piano viene attivato non appena compaiono i primi segni di un impatto epidemico sull'attività ospedaliera. Permette di "rafforzare le misure organizzative messe in atto in inverno per mantenere la massima capacità".
Ciò include la creazione di stanze di crisi a livello dei 12 gruppi ospedalieri e la gestione generale dell'APHP con monitoraggio giornaliero degli indicatori di attività e disponibilità di posti letto. Ciò comporta anche una serie di misure graduate come:

  • Uscite anticipate di alcuni pazienti e assistenza nel supporto domiciliare con il supporto dei team di ospedalizzazione domiciliare di AP-HP completamente mobilitati,
  • Deprogrammazione di alcune attività programmate meno urgenti,
  • Raggruppamento di pazienti con infezioni respiratorie,
  • Misure di "alloggio" in un servizio di specialità diverso, limitato nel tempo e organizzato in termini di assistenza medica,
  • L'ulteriore apertura dei letti. Quest'anno, come al solito in questo momento, poco più dell'80% dei letti di medicina-chirurgia-ostetricia sono aperti ad AP-HP questa settimana. La riapertura dei letti è prevista per la settimana del 1 ° gennaio (90%) e per la settimana dell'8 gennaio con la fine delle vacanze scolastiche (quasi il 100%).

Picchi epidemici nel nord e si estende altrove

Nell'ultimo bollettino epidemiologico di Public Health France, la soglia epidemica viene superata in tutta la Francia, fuori dalla Corsica.
L'attività influenzale è aumentata nettamente rispetto alle settimane precedenti e il numero di pazienti infetti supera ora 349 pazienti per 100000 abitanti. I quadri clinici riportati dai medici di Sentinel non hanno mostrato particolari segni di gravità.
Ci sono state 6213 visite al pronto soccorso per malattie simil-influenzali, tra cui 522 (8%) ricoveri. I ricoveri riguardano principalmente anziani (il 33% ha più di 75 anni) e bambini sotto i 5 (22%). Delle ospedalizzazioni, 203 pazienti sono stati ricoverati in terapia intensiva dalla settimana 45 e 18 di loro sono morti.
Tra i pazienti ricoverati in terapia intensiva, l'età media è di 57 anni e la maggior parte presenta fattori di rischio. Di quelli con stato di vaccinazione noto, il 57% non è vaccinato. Le parti interessate all'influenza ritengono che questa epidemia sarà più grande dell'anno scorso.

Un virus H1N1 A in Francia

Nella settimana 51, il 72% dei campioni della rete Sentinel è positivo, una percentuale in aumento. La maggior parte di questi sono virus di tipo A (79%), 56% H1N1 e 12% H3N2. I virus di tipo B rappresentano il 21% dei virus isolati. Le proporzioni sono generalmente le stesse nei campioni ospedalieri e nei pazienti ricoverati in terapia intensiva.
La distribuzione è quindi diversa da quella dell'anno scorso quando era l'H3N2 a essere responsabile dell'epidemia: un virus che aveva causato molte complicazioni negli anziani e si era indebolito. L'epidemia 2016-2017 ha provocato oltre 1.500 ricoveri in terapia intensiva e quasi 14.400 decessi, principalmente tra le persone a rischio che non sono state vaccinate.
L'epidemia si sta diffondendo all'estero con uno scoppio nelle Indie occidentali e una fase pre-epidemica nella Guyana francese. A Reunion, l'epidemia di influenza è finita (emisfero sud) con solo un'onda particolarmente intensa.

Lo scoppio della gastroenterite sta arrivando

Se fosse solo l'influenza, ma la Francia deve affrontare un 2e epidemia: la gastroenterite si verifica, come ogni anno, ma un po 'prima. Una sovrapposizione che peggiorerà la congestione delle emergenze e l'intero sistema di assistenza.
Secondo Santé Publique France, l'epidemia di gastroenterite ha raggiunto le regioni Grand-Est, PACA, Alvernia-Rodano-Alpi, Occitania e Hauts-de-France. Normandia, Bretagna, Corsica e Ile-de-France sono in attività pre-epidemica. Ciò si traduce in un aumento significativo del pronto soccorso e delle consultazioni di medicina generale. Secondo le analisi, un norovirus è coinvolto nella metà dei casi.

È possibile proteggersi

Durante un'infezione, i virus dell'influenza contamineranno il paziente per via respiratoria. Inalato con aria infetta, i virus verranno depositati sulle cellule che rivestono la superficie delle vie aeree: la gola e i bronchi. Quindi penetrerà e dirotterà i mezzi di produzione della cellula a suo vantaggio per moltiplicarsi. Il rilascio dei virus ha quindi prodotto la distruzione della cellula. Per la gastroenterite, questa è una contaminazione che viene portata dalle mani e dagli oggetti colpiti dai pazienti, quindi la disinfezione è molto importante.

Public Health France raccomanda pertanto di lavarsi le mani frequentemente con acqua e sapone o con una soluzione idroalcolica, indossando una maschera in caso di ILI (limitare la diffusione del virus durante la tosse e gli starnuti) , coprire la bocca e il naso con il gomito o il fazzoletto in caso di tosse e starnuti, utilizzare fazzoletti di carta usa e getta e scartarli e limitare il contatto con le persone malate.

In caso di gastroenterite, lavarsi le mani frequentemente (prima di preparare i pasti, prima di mangiare, dopo aver usato il bagno ...); le superfici che vengono comunemente toccate da tutti, come maniglie delle porte, telefono, servizi igienici, lavandini, devono essere pulite; gli asciugamani devono essere cambiati regolarmente; evitare di condividere bicchieri e posate a tavola; le persone che hanno la diarrea non dovrebbero intervenire nella preparazione dei pasti.